Assicurazione malattie: Turisti in Svizzera

I turisti di uno Stato dell’UE/AELS hanno il diritto di farsi curare in Svizzera durante un soggiorno temporaneo (vacanze, viaggio d’affari). I cittadini di altri Paesi devono possedere una copertura assicurativa sufficiente per le cure in Svizzera.

Turisti dell’UE/AELS

Un tesserino blu

Le persone affiliate al sistema legale di assicurazione malattie in uno Stato dell’UE/AELS possono farsi curare in Svizzera in caso di malattia, incidente non professionale o maternità durante un soggiorno temporaneo (vacanze, viaggio d’affari). Presentando la tessera europea di assicurazione malattia (TEAM), hanno diritto alle cure necessarie sul piano medico, tenuto conto della natura del trattamento e della durata del soggiorno prevista. Questo significa che il paziente non deve essere costretto a rientrare prima nel proprio Paese per farsi curare. Le persone che non hanno con sé la TEAM possono farsi inviare dalla loro assicurazione malattie un certificato sostitutivo provvisorio di durata limitata.
Per maggiori informazioni si rimanda ai link sottostanti dell’Istituzione comune LAMal.

Turisti di altri Paesi

I turisti di altri Paesi (al di fuori dell’UE/AELS) devono accertarsi di avere una copertura assicurativa sufficiente. Si raccomanda di concludere un’assicurazione complementare di viaggio per le prestazioni mediche necessarie in Svizzera.

Le persone che necessitano di un visto dello spazio Schengen per entrare in Svizzera devono sottoscrivere un’assicurazione malattie privata con una copertura minima di 30 000 franchi. Per maggiori informazioni visitare la pagina Internet della Segreteria di Stato della migrazione «Soggiorno di breve durata: condizioni d’entrata in Svizzera».

Entrata in Svizzera con lo scopo di trasferirsi

Se una persona entra in Svizzera con l’intenzione di trasferire il proprio domicilio (p. es. in caso di matrimonio), l’obbligo di assicurarsi inizia dal giorno di ingresso e non dal momento dell’annuncio al controllo degli abitanti o del rilascio del permesso di soggiorno (giurisprudenza del Tribunale federale del 12.01.1999 DTF 125 V 76). La persona deve assicurarsi presso una cassa malati autorizzata in Svizzera entro tre mesi dal suo ingresso. Se questo termine è rispettato, la copertura assicurativa vale con effetto retroattivo fin dalla data di ingresso. Scaduto questo termine, la persona rischia non solo di essere affiliata d’ufficio a una cassa malati con un supplemento di premio per affiliazione tardiva se il ritardo non è giustificabile, ma anche di dover farsi carico delle proprie spese mediche fino alla data di affiliazione.

Turismo medico

Le persone che soggiornano in Svizzera al solo scopo di seguire un trattamento medico o una cura non hanno il diritto di assicurarsi presso una cassa malati svizzera.

Ulteriori informazioni

Partecipazione ai costi

Gli assicurati devono partecipare ai costi delle loro cure mediche in Svizzera.

Turisti all’estero e globetrotter

Le persone che viaggiano all’estero restano soggette all’obbligo d'assicurazione in Svizzera.

Ultima modifica 27.08.2018

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Unità di direzione assicurazione malattia e infortunio
Sezione Vigilanza giuridica AMal
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
Tel. +41 58 462 21 11
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/versicherungen/krankenversicherung/krankenversicherung-versicherte-mit-wohnsitz-im-ausland/versicherungspflicht/touristinnen-ch.html