Modifica della LAMal: assicurazione di persone detenute

Il progetto propone di introdurre l’assicurazione obbligatoria per le persone detenute non domiciliate in Svizzera. I Cantoni avranno la possibilità di assicurare tutti i detenuti mediante un accordo quadro, con il quale potranno limitare la scelta dell’assicuratore, dei fornitori di prestazioni e della forma d’assicurazione.

 

Nella seduta del 22 novembre 2023 il Consiglio federale ha deciso di incaricare il Dipartimento federale dell’interno (DFI) di svolgere una consultazione relativa alla modifica della LAMal relativa all’assicurazione di persone detenute. Il Consiglio federale aveva affidato al DFI, segnatamente all’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), il mandato di estendere l’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS) a tutte le persone detenute in modo da garantire la parità di trattamento medico durante il periodo di detenzione.

Si stima che un terzo dei detenuti in Svizzera, vale a dire circa 2000 persone (stato: 2021), non sia assicurato ai sensi della LAMal (AOMS), poiché non è domiciliato in Svizzera e non è pertanto soggetto all’obbligo dell’assicurazione malattie. L’assistenza medica a tali persone non è disciplinata in modo unitario a livello cantonale. 

Il progetto propone di introdurre un obbligo d’assicurazione per le persone detenute non domiciliate in Svizzera. In questo modo saranno assoggettate all’assicurazione sociale contro le malattie, garantendo così la parità di trattamento medico durante il periodo di detenzione. Il premio sarà pagato dal diretto interessato. I Cantoni potranno eventualmente ridurne l’importo laddove gli interessati non siano in grado di sostenere integralmente la spesa e soddisfino le altre condizioni necessarie per avere diritto a una riduzione individuale dei premi. 

Ai sensi del diritto vigente, i costi sanitari di queste persone sono sostenuti dai Cantoni e finanziati attraverso il denaro dei contribuenti. Il finanziamento dell’assistenza medica nei penitenziari non è disciplinato in modo univoco a livello cantonale, e i costi non hanno un massimale. La modifica della LAMal proposta permetterà di calcolare meglio i costi sanitari derivanti per i Cantoni, e assoggettati a un massimale. 

L’avamprogetto tiene conto della situazione di detenzione di queste persone. Si prevede che i Cantoni abbiano la possibilità di limitare la libera scelta dell’assicuratore e della forma d’assicurazione così come dei fornitori di prestazioni per tutti i detenuti (a prescindere dal loro domicilio). Saranno autorizzati a concordare con gli assicuratori-malattie, su base volontaria, forme d’assicurazione particolari accessibili alle persone detenute.

Ultima modifica 22.11.2023

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Unità di direzione assicurazione malattia e infortunio
Sezione Vigilanza giuridica AMal
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna

Tel
+41 58 462 21 11

Email

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/versicherungen/krankenversicherung/krankenversicherung-revisionsprojekte/kvg-versicherung-von-inhaftierten-personen.html