Modifica della LAMal: misure di contenimento dei costi – pacchetto 2

Il 19 agosto 2020 il Consiglio federale ha deciso di avviare una procedura di consultazione sul 2° pacchetto di misure di contenimento dei costi, inteso come controprogetto indiretto all’Iniziativa per un freno ai costi. La procedura durerà fino al 19 novembre 2020.

Controprogetto indiretto all’Iniziativa per un freno ai costi

Conformemente alle decisioni del Consiglio federale del 28 marzo 2018, dell’8 marzo 2019 e del 20 maggio 2020, con la modifica della legge federale del 18 marzo 1994 sull’assicurazione malattie (Misure di contenimento dei costi - Pacchetto 2), il Dipartimento federale dell’interno (DFI) ha presentato un controprogetto indiretto all’iniziativa popolare «Per premi più bassi – Freno ai costi nel settore sanitario (Iniziativa per un freno ai costi)» depositata dal Partito popolare democratico (PPD).

Con l’iniziativa s’intende obbligare il Consiglio federale e i Cantoni a introdurre un freno ai costi. Se due anni dopo l’accettazione dell’iniziativa l’aumento dei costi per assicurato sarà superiore di oltre un quinto all’evoluzione dei salari nominali, il Consiglio federale in collaborazione con i Cantoni prenderà provvedimenti per ridurre i costi, con effetto a partire dall’anno successivo. In tal modo si mira a ottenere che i costi dell’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS) evolvano in modo corrispondente all’economia nazionale e ai salari medi, e che i premi rimangano finanziariamente sostenibili.

Il Consiglio federale condivide sostanzialmente la richiesta dell’iniziativa di ridurre l’incremento dei costi nel settore sanitario. Tuttavia, ritiene che il meccanismo proposto dall’iniziativa sia troppo rigido e pertanto prevede di raccomandarne il respingimento. A suo parere non si tiene conto di fattori come l’evoluzione demografica, i progressi tecnici della medicina e la dipendenza dei salari dall’andamento congiunturale. Vi è il pericolo che, a seconda della sua attuazione, la rigidità della regola in materia di uscite porti a un razionamento delle prestazioni e a una medicina a due velocità.

Tuttavia, con il presente avamprogetto di modifica di legge e soprattutto con la proposta di attuazione di un obiettivo di contenimento dei costi dell’AOMS, il Consiglio federale riprende le richieste dell’iniziativa.

Contenuto dell’avamprogetto

Tra le priorità del pacchetto figura il miglioramento della gestione globale del sistema sanitario. A tal fine è prevista in particolare l’introduzione di un obiettivo, che dovrà definire obiettivi di costo relativi all'aumento dei costi dell’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS) e stabilire misure correttive in caso di superamento dell’obiettivo. Si tratta della misura principale contenuta nel rapporto degli esperti del 24 agosto 2017 sulle misure di contenimento dei costi per sgravare l’AOMS.

L’idea è anche di aumentare il potenziale di efficienza nell’assistenza sanitaria, un obiettivo che sarà perseguito mediante altre misure: l’introduzione di una prima consulenza obbligatoria per tutti gli assicurati migliorerà il coordinamento dell’accesso al sistema sanitario. Al fine di potenziare le cure coordinate, un’altra misura chiesta nel rapporto degli esperti, le reti di cure saranno riconosciute come fornitori di prestazioni a sé e saranno promossi programmi di assistenza ai pazienti (i cosiddetti programmi di gestione dei pazienti).

Saranno inoltre rafforzate le competenze della Confederazione nell’ambito della rimunerazione delle prestazioni mediche, in modo da renderne più conveniente la dispensazione. A tal fine viene disciplinata l’adozione di modelli di prezzo e di eventuali restituzioni nonché la relativa deroga all’accesso ai documenti ufficiali. Sono anche create le basi legali per un esame differenziato dell’efficacia, dell’appropriatezza e dell’economicità (criteri EAE) nonché per il calcolo di una rimunerazione il più conveniente possibile delle analisi, dei medicamenti nonché dei mezzi e degli apparecchi.

La concorrenza intercantonale tra gli ospedali sarà promossa fissando tariffe di riferimento per le cure stazionarie dispensate al di fuori del Cantone. Non da ultimo, i fornitori di prestazioni e gli assicuratori saranno tenuti a trasmettere le fatture per via elettronica.

Oltre agli adeguamenti nella LAMal, sono proposte modifiche analoghe per quanto riguarda i modelli di prezzo, i criteri EAE e la trasmissione elettronica delle fatture anche nel settore dell’assicurazione per l’invalidità.

Il pacchetto contiene poi una precisazione della partecipazione ai costi in caso di maternità al fine di garantire la parità di trattamento delle assicurate.

Effetti dell’avamprogetto

Il pacchetto 2 mira a potenziare gli effetti del pacchetto 1, ossia a contenere l’aumento dei costi dell’AOMS a un livello giustificato da motivi medici limitando così l’aumento dei premi pagati dagli assicurati. Le misure fanno leva su tutti gli attori, chiamando ciascuno di essi ad assumersi le proprie responsabilità. Il DFI stima il potenziale di risparmio del pacchetto 2 a oltre un miliardo di franchi.

Procedura di consultazione

La consultazione durerà fino al 19 novembre 2020.

I pareri possono essere inviati elettronicamente, se possibile mediante il modulo Word messo a disposizione, entro il termine indicato ai seguenti indirizzi di posta elettronica:
tarife-grundlagen@bag.admin.ch e gever@bag.admin.ch

I documenti per la consultazione possono essere ottenuti anche attraverso la Cancelleria federale: Procedure di consultazione in corso

Studio sul potenziale di efficienza nell’AOMS

L’obiettivo di contenimento dei costi proposto nella «modifica della LAMal: misure di contenimento dei costi – pacchetto 2» dovrà contribuire a sfruttare meglio il potenziale di efficienza nel settore sanitario. Sussiste un potenziale di efficienza quando un trattamento medico consente di raggiungere un determinato stato di salute anche a un costo inferiore.
Per poter definire adeguatamente obiettivi concreti di contenimento dei costi, sono necessarie conoscenze più dettagliate sul potenziale di efficienza nei vari settori del sistema sanitario. Per questo motivo, l’UFSP ha incaricato un consorzio formato da INFRAS e ZHAW/WIG di stimare il potenziale di efficienza nelle prestazioni finanziate (o cofinanziate) dall’AOMS. In una prima fase si è proceduto a un’analisi della letteratura. In una seconda fase è stato stimato il potenziale di efficienza nell’AOMS sia nel complesso sia per singole categorie di prestazioni dell’AOMS. I rapporti descrivono la procedura metodologica e i risultati delle due fasi.

Comunicati

Per visualizzare i comunicati stampa è necessaria Java Script. Se non si desidera o può attivare Java Script può utilizzare il link sottostante con possibilità di andare alla pagina del portale informativo dell’amministrazione federale e là per leggere i messaggi.

Portale informativo dell’amministrazione federale

Ultima modifica 19.08.2020

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Unità di direzione Assicurazione malattia e infortunio
Divisione tariffe e basi
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
Tel. +41 58 462 21 11
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/versicherungen/krankenversicherung/krankenversicherung-revisionsprojekte/kvg-aenderung-massnahmen-zur-kostendaempfung-paket-2.html