Cure all’estero per gli assicurati che vivono all’estero

Anche le persone assicurate in Svizzera che vivono all’estero hanno il diritto di farsi curare nel loro Paese di residenza. Le condizioni di assunzione dei costi variano a seconda del Paese (UE/AELS o altri Paesi) e del tipo di residenza (soggiorno/domicilio).

Domicilio (soggiorno) in un Stato dell’UE/AELS

Le persone assicurate in Svizzera e domiciliate in uno Stato dell’UE/AELS ricevono dalla loro cassa malati l’attestazione S1 (ex modulo E106/E109/E121), che trasmettono all’assicurazione malattie del Paese di domicilio. In questo modo saranno registrate come aventi diritto alle prestazioni e saranno curate come se fossero assicurate nel loro Paese di domicilio.

Gli assicurati che invece mantengono il proprio domicilio in Svizzera (p. es. i lavoratori distaccati in uno Stato dell’UE/AELS) possono farsi curare nel Paese in cui soggiornano presentando la tessera europea di assicurazione malattia (TEAM). Hanno quindi diritto alle cure necessarie dal punto di vista medico, tenuto conto del tipo di cure e della durata prevista del soggiorno.

Soggiorno in un altro Stato dell’UE/AELS

La tessera europea di assicurazione malattia (TEAM) è rilasciata dalla cassa malati svizzera anche agli assicurati domiciliati in uno Stato dell’UE/AELS. Essa permette all’assicurato di farsi curare durante un soggiorno temporaneo in un altro Stato dell’UE/AELS. Gli dà diritto a beneficiare di prestazioni in natura in caso di malattia, infortunio o maternità, che si rivelano necessarie dal punto di vista medico, tenuto conto del tipo di cure e della durata prevista del soggiorno.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito Internet dell’organismo di collegamento svizzero, l’Istituzione comune LAMal di Soletta, «Soggiorno in uno Stato UE/AELS».

Soggiorno all’estero (al di fuori dell’UE/AELS)

Durante un soggiorno temporaneo all’estero (al di fuori dell’UE/AELS), i trattamenti effettuati d’urgenza (malattia o infortunio che non permettono, per ragioni mediche, il rientro nel Paese di residenza) sono assunti al massimo fino a un importo pari al doppio del corrispettivo rimborso in Svizzera. Ciò significa tuttavia che, in caso di ricovero, l’assicuratore deve assumere al massimo il 90 per cento di quello che sarebbe costato in Svizzera (in caso di ricovero in Svizzera infatti i Cantoni assumono almeno il 55 per cento dei costi, cosa che non avviene per un ricovero all’estero).

Di norma le altre prestazioni mediche fornite all’estero non sono coperte dall’assicurazione di base.

Per i lavoratori distaccati e i dipendenti di un servizio pubblico svizzero, l’assunzione dei costi delle cure necessarie dal punto di vista medico è effettuata in base alle tariffe e ai prezzi applicabili al loro ultimo luogo di residenza in Svizzera.

Ulteriori informazioni

Premi e riduzione dei premi UE/AELS

Le persone assicurate in Svizzera pagano i premi UE/AELS applicabili al loro Paese di domicilio. Gli assicurati di condizioni economiche modeste hanno diritto a una riduzione dei premi.

Partecipazione ai costi degli assicurati in Svizzera

Per le persone assicurate in Svizzera, la partecipazione ai costi delle cure all’estero cambia a seconda del Paese in cui sono fornite le cure.

Ultima modifica 27.08.2018

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Unità di direzione assicurazione malattia e infortunio
Divisione vigilanza delle assicurazioni
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
Tel. +41 58 462 21 11
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/versicherungen/krankenversicherung/krankenversicherung-leistungen-tarife/Leistungen-im-Ausland/Behandlungen-im-Ausland-fuer-Versicherte-mit-Wohnsitz-im-Ausland.html