Canicola

Per determinati gruppi della popolazione, in particolare per gli anziani, gli ammalati (cronici), le donne incinte e i bambini piccoli, i lunghi periodi di canicola possono rappresentare un rischio notevole. 

Parasole

Qui trovate i più importanti suggerimenti comportamentali, nonché informazioni relative agli effetti della canicola sulla salute.

I lunghi periodi di canicola della durata di vari giorni con temperature elevate (>30°C) e senza raffreddamento notturno (>20°C) possono essere un rischio per la salute e addirittura mettere a repentaglio la vita di alcuni gruppi della popolazione. Gli effetti sulla salute riguardano soprattutto le malattie cardiovascolari e delle vie respiratorie. La causa è una termoregolazione meno efficace: sudano meno e sentono meno la sete.

In caso di stress da caldo possono manifestarsi i seguenti sintomi:

  • elevata temperatura corporea
  • ritmo del polso elevato
  • debolezza/stanchezza
  • mal di testa
  • crampi muscolari
  • secchezza della bocca
  • stato confusionale, vertigini, perdita di conoscenza
  • nausea, vomito, diarrea

Le raccomandazioni più importanti per proteggersi dal caldo sono le seguenti:

  • evitare gli sforzi fisici
  • mantenere per quanto possibile freschi la propria abitazione e il proprio corpo
  • bere abbondantemente (almeno 1,5 litri al giorno)
  • consumare cibi freddi e rinfrescanti
  • reintegrare la perdita di sali minerali durante e dopo l'attività fisica
  • non lasciare mai persone o animali in auto

Ozono

Con l'aumento delle temperature salgono anche i valori di ozono, provocando inconvenienti per la salute e irritazioni e infiammazioni delle vie respiratorie.

Situazione 

Durante la canicola dell'estate del 2003, per esempio, è stata registrata in Svizzera una mortalità aggiuntiva di 975 persone (7 %) attribuita al caldo. Sono state particolarmente colpite le persone anziane oltre i 65 anni. In tutta Europa il caldo persistente ha causato la morte di circa 70 000 persone, tanto da far considerare questo evento una delle peggiori catastrofi ambientali. Nel rapporto tecnico sui rischi 2015, l'Ufficio federale della protezione della popolazione (UFPP) ha classificato la canicola come una delle maggiori minacce per la Svizzera.
Dal 2005 l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) e l'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) pubblicano informazioni e suggerimenti comportamentali per sensibilizzare le persone a rischio, i familiari, il personale di cura, i medici nonché altri portatori di interessi.

Documenti

Consigli e raccomandazioni

Come proteggersi dalle ondate di caldo: Tre Regole d'oro per le Giornate di canicola

Proteggersi ondate di caldo (personale)

Ordinazione e downloads



Articoli relativi ai cambiamenti climatici


Ulteriori informazioni e schede informative

Informazioni sulla canicola

Lavorare all’aperto e in edifici durante periodi canicola

Informazioni sul cambiamento climatico

Informazioni sulle zecche


Studi

Comunicati

Per visualizzare i comunicati stampa è necessaria Java Script. Se non si desidera o può attivare Java Script può utilizzare il link sottostante con possibilità di andare alla pagina del portale informativo dell’amministrazione federale e là per leggere i messaggi.

Portale informativo dell’amministrazione federale

Ulteriori informazioni

Campi elettromagnetici (CEM), UV, laser, luce

La Sezione registra l’esposizione della popolazione ai tipi di radiazione menzionati e segue le attività di ricerca tese a stabilire possibili ricadute di natura biologica e sanitaria.

Ultima modifica 15.12.2016

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Unità di direzione politica della sanità
Divisione strategie della sanità
CH - 3003 Bern

Tel.
+41 58 465 03 13

E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/themen/mensch-gesundheit/klimawandel-gesundheit/hitzewelle.html