La protezione contro il fumo passivo - una pietra miliare

Dal 2010 vige in tutta la Svizzera il divieto di fumare nei locali chiusi come uffici, ristoranti o scuole. Ciò ha consentito di ridurre fortemente l’esposizione al fumo passivo, che è diminuita dal 35 al 6 per cento.

Simbolo: fumo passivo

Il divieto di fumare ha effetti considerevoli

La legge federale concernente la protezione contro il fumo passivo è un’importante pietra miliare nella prevenzione del tabagismo che, insieme alle disposizioni cantonali, ha consentito di ridurre notevolmente l’esposizione al fumo passivo: nel 2013 soltanto il 6 per cento della popolazione vi è stato esposto per più di un’ora al giorno, contro il 35 per cento del 2002.

Diversi studi indicano che negli ambienti di lavoro senza fumo la salute dei lavoratori migliora in brevissimo tempo. La tosse e le difficoltà respiratorie diminuiscono notevolmente. Dopo l’introduzione del divieto di fumo nei locali pubblici, nei Cantoni dei Grigioni, Ticino e di Ginevra il numero di ricoveri ospedalieri dovuti a infarto cardiaco è sceso del 20 per cento circa, con una conseguente riduzione notevole dei costi generati dal fumo passivo.

Negli esercizi pubblici il divieto di fumo è generalizzato

Ristoranti, caffè, bar e discoteche sono esercizi pubblici nei quali è sostanzialmente vietato fumare.

Vi sono tuttavia due possibili eccezioni:

  1. le imprese della ristorazione possono allestire locali appositi (sale fumatori), la cui superficie può coprire fino a un terzo di quella totale degli spazi di mescita;
  2. le piccole imprese del settore della ristorazione con superficie non superiore a 80 metri quadrati possono richiedere al Cantone un’autorizzazione quale locale per fumatori (purché non vi siano disposizioni cantonali che lo vietino).

La legge federale in dettaglio

La pericolosità del fumo passivo per la salute è dimostrata. La legge federale concernente la protezione contro il fumo passivo, adottata dal Parlamento nel 2008 ed entrata in vigore nel 2010 insieme alla relativa ordinanza, concretizza questa protezione dei lavoratori:

  • il fumo è vietato nei locali chiusi adibiti a luoghi di lavoro per più persone o accessibili al pubblico (p. es. scuole, musei, ospedali, centri commerciali);
  • è permesso fumare nei luoghi di lavoro per una sola persona, purché il fumo non disturbi le persone nei locali adiacenti dove è vietato fumare;
  • il fumo rimane consentito in sale fumatori separate e dotate di sufficiente ventilazione che possono essere allestite a questo scopo;
  • la legge federale stabilisce requisiti minimi per la protezione contro il fumo passivo e prevede che i Cantoni possano emanare prescrizioni più severe. La maggioranza di essi si è avvalsa di questa facoltà, vietando i locali per fumatori nella ristorazione o il servizio nelle sale fumatori.

Legislazione

Legislazione sul tabacco

La legislazione sul tabacco interessa numerose leggi e ordinanze in diversi ambiti

Ultima modifica 30.08.2018

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Divisione Prevenzione delle malattie non trasmissibili
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
Tel. +41 58 463 88 24
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/strategie-und-politik/politische-auftraege-und-aktionsplaene/politische-auftraege-zur-tabakpraevention/tabakpolitik-schweiz/schutz-vor-passivrauchen.html