Politica in materia di alcol

In Svizzera la politica in materia di alcol è affidata a Confederazione e Cantoni, che emanano norme legali nella loro rispettiva sfera di competenza e finanziano progetti di prevenzione dell’alcolismo. Altri attori attivi in tale campo sono Comuni e ONG.

In Svizzera la politica in materia di alcol vede coinvolti Confederazione, Cantoni e Comuni. Vi sono inoltre numerose organizzazioni non governative che si adoperano per i diretti interessati, i loro familiari e l’intera società e lanciano dibattiti sulla politica in materia di alcol.

Livello federale

L’attuazione a livello federale della politica in materia di alcol compete principalmente ai quattro enti seguenti:

  • Amministrazione federale delle dogane (AFD), Divisione alcol e tabacco: attuazione della legge sull’alcol (limitatamente alle bevande distillate)
  • Amministrazione federale delle dogane AFD, Sezione imposte sul tabacco e sulla birra: imposta sulla birra
  • Ufficio federale della sanità pubblica UFSP: aspetti di politica sanitaria
  • Ufficio federale di sicurezza alimentare e di veterinaria USAV: legge sulle derrate alimentari

Diversi Uffici federali sono responsabili per una serie di leggi concernenti il tema dell’alcol.

L’Ufficio federale della sanità pubblica si prefigge di aumentare la coerenza e l’efficacia della prevenzione dell’alcolismo in Svizzera, utilizzando in modo mirato e proficuo le attività e le competenze degli attori rilevanti nel settore dell’alcol (Uffici federali, Cantoni, organizzazioni non governative), sfruttando le sinergie nonché promuovendo la collaborazione tra gli attori.

Il Programma nazionale alcol, la cui attuazione è stata affidata all’UFSP dal 2008 al 2016, puntava soprattutto a migliorare il coordinamento tra gli attori– specialmente tra i Cantoni – e aveva investito nella ricerca. Nel quadro di questo programma è stata elaborata una campagna di prevenzione dell’alcolismo con la collaborazione dei partner ed è stato uniformato il processo di finanziamento per le domande vereinheitlicht.

Dal 2017 la Strategia malattie non trasmissibili e la Strategia Dipendenze dettano gli orientamenti della politica federale in materia di alcol.

La Confederazione sostiene progetti e piani di ricerca che riguardano il consumo di alcol a rischio.

Livello cantonale

I 26 Cantoni figurano tra gli attori principali della politica svizzera in materia di alcol. Sono i partner più importanti per l’esecuzione del diritto federale e possono definire liberamente le condizioni quadro. Per esempio, stabiliscono gli orari di apertura dei negozi, disciplinano la ristorazione e il commercio al dettaglio e hanno facoltà di emanare prescrizioni in materia di pubblicità. Inoltre, gli organi cantonali di giustizia e polizia attuano le prescrizioni legali rilevanti per la politica in materia di alcol e sanzionano le infrazioni.

L’Ufficio federale della sanità pubblica ha elaborato un modello di fattori di successo, che permette ai Cantoni di esaminare i loro punti di forza e di debolezza nonché il potenziale delle loro politiche in materia di alcol e, se necessario, di definire nuovi obiettivi e tappe.

Decima dell’alcol spettante ai Cantoni

In Svizzera sulle bevande spiritose e sulla birra viene riscossa un'imposta, mentre il vino e l'etanolo per scopi industriali non sono tassati. L'Amministrazione federale delle dogane (AFD) è l'autorità competente per l'imposizione delle bevande spiritose e sulla birra.

Il prodotto netto della AFD è devoluto ogni anno per il 90 per cento alla Confederazione e per il 10 per cento ai Cantoni. La parte spettante alla Confederazione è destinata all'assicurazione vecchiaia, superstiti e invalidità mentre la parte spettante ai Cantoni, la cosiddetta decima dell'alcol, dev'essere impiegata nella lotta contro l'alcolismo, l'abuso di stupefacenti o di altre sostanze che generano dipendenza e l'abuso di medicamenti, nelle loro cause e nei loro effetti.

Ulteriori informazioni

Legislazione Svizzera in materia di alcol

La politica svizzera in materia di alcol poggia su norme concernenti la sicurezza, la fabbricazione e il commercio dei prodotti, nonché la protezione della salute e dei giovani.

Legislazioni cantonali

Panoramica delle diverse legislazioni cantonali nel campo della prevenzione dell'alcol

Alcol a livello internazionale

L’alcol è un importante fattore di malattia ed è responsabile di circa il 6 per cento dei decessi. Per affrontare il problema, l’OMS ha lanciato una strategia globale su cui si basa il piano d’azione 2012-2020 della regione Europa dell’OMS.

Politica cantonale sull’alcol: fattori di successo

Elaborato insieme ai Cantoni, lo strumento «Fattori di successo» è destinato ai responsabili cantonali per fare il punto della situazione e definire gli obiettivi per migliorare la politica cantonale in materia di alcol

Domande di finanziamento di progetti per la prevenzione dell'alcolismo

Secondo l’art. 43a LAlc la Confederazione sostiene progetti di prevenzione dell’alcolismo. Un organo centrale ne garantisce la coerenza. L’Ufficio federale della sanità pubblica valuta le relative domande per rilevanza e efficacia preventiva attesa.

Ultima modifica 08.11.2019

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Divisione Prevenzione delle malattie non trasmissibili
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
Tel. +41 58 463 88 24
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/strategie-und-politik/politische-auftraege-und-aktionsplaene/politische-auftraege-zur-alkoholpraevention/alkoholpolitik.html