Lettera di protezione contro le mutilazioni genitali femminili

In Svizzera le mutilazioni genitali femminili sono vietate. Il Governo desidera aiutare le ragazze e le famiglie a proteggersi da tale pratica. A questo proposito ha redatto la «lettera di protezione contro le mutilazioni genitali femminili». Qui è possibile ordinarla o scaricarla.

La pratica delle mutilazioni genitali femminili (MGF) costituisce una violazione dei diritti umani con gravi ripercussioni sulla salute mentale e fisica di chi la subisce. In Svizzera le mutilazioni genitali femminili sono vietate ed è punibile anche chi le fa eseguire all’estero. Spesso questo intervento è praticato prima dell’entrata in Svizzera e talvolta in occasione di una vacanza nel Paese d’origine. Sovente le persone implicate non sanno che per i genitori delle ragazze che subiscono questa pratica sono previste conseguenze legali in Svizzera.

Stop alle MGF

Con la «lettera di protezione contro le mutilazioni genitali femminili» il Consiglio federale intende richiamare l’attenzione sulla situazione giuridica in Svizzera. Il documento intende aiutare le famiglie e le ragazze a opporsi alla pressione sociale e familiare derivante dalle comunità del loro Paese d’origine e dalla diaspora.

Ordinare la lettera di protezione

La lettera è disponibile in italiano, tedesco, francese, inglese, amarico, arabo, somalo e tigrino.

Scaricare la lettera di protezione

La lettera di protezione può essere scaricata anche in formato PDF:

La lettera è una delle tante misure di prevenzione delle mutilazioni genitali femminili sostenute dalla Confederazione e attuate dalla Rete svizzera contro le mutilazioni genitali femminili.

Legislazione

Ultima modifica 28.06.2024

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Divisione Servizi sanitari e professioni
Sezione Pari opportunità nel campo delle salute
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/strategie-und-politik/nationale-gesundheitsstrategien/gesundheitliche-chancengleichheit/chancengleichheit-in-der-gesundheitsversorgung/schutzbrief-gegen-maedchenbeschneidung.html