Politica estera della Svizzera in materia di salute (PES)

La politica estera in materia di salute (PES) è uno strumento politico che permette alla Svizzera di adottare un approccio coordinato e una posizione coerente sulla sanità globale a livello internazionale.

 
Discours d'ouverture du Conseiller fédéral Alain Berset lors de la 71ème Assemblée mondiale de la Santé, Genève (CH), 21 mai 2018 (©WHO / A. Tardy)
Discorso d'apertura del consigliere federale Alain Berset in occasione della 71a Assemblea mondiale della sanità, Ginevra(CH), 21 maggio 2018 (©WHO / A. Tardy)

Promuovere la salute e il benessere di tutti

Il 15 maggio 2019, il Consiglio federale ha adottato una versione aggiornata della sua politica estera in materia di salute per gli anni 2019-2024. Grazie ad essa, gli attori federali seguono una logica comune di cooperazione a livello internazionale con gli Stati, le organizzazioni internazionali e altri attori della scena internazionale, con l’obiettivo di raggiungere il migliore stato di salute per tutti.

Il Consiglio federale intende impegnarsi a livello internazionale nei seguenti sei ambiti d’azione prioritari:

    1. Tutela della salute e crisi umanitarie

    2. Accesso agli agenti terapeutici

    3. Assistenza sanitaria sostenibile e digitalizzazione

    4. Fattori determinanti per la salute

    5. Governance nell'ordinamento sanitario internazionale

    6. Politica in materia di dipendenze

A titolo di esempio: riguardo all’ambito tutela della salute e crisi umanitarie, la Svizzera intende, tra l’altro, migliorare la protezione della sua popolazione contro i rischi sanitari mondiali. In questa ottica, partecipa in seno all’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) al rafforzamento del sistema internazionale inteso a rilevare, sorvegliare, prevenire e combattere le malattie trasmissibili. Inoltre, si impegna nella lotta contro la crescente resistenza agli antibiotici convenzionali, segnatamente incentivando la prevenzione delle malattie infettive, la messa a punto di nuovi antibiotici e il coordinamento a livello internazionale. Infine, la Svizzera provvede affinché sia garantito l’accesso alle cure nelle situazioni di crisi in tutti i Paesi.

Politica adeguata al contesto internazionale

Per adeguare la politica estera in materia di salute al contesto internazionale si è anche tenuto conto dell’evoluzione mondiale di questi ultimi anni e delle nuove sfide in materia di salute, che includono in particolare la sostituzione degli obiettivi di sviluppo del Millennio delle Nazioni Unite dal programma di sviluppo sostenibile entro il 2030. In questo contesto, il Consiglio federale ha adottato la politica estera svizzera in materia di salute 2019-2024 che mantiene l’orientamento generale del programma precedente, includendo tuttavia sei ambiti fortemente allineati agli obiettivi dello sviluppo sostenibile (OSS) dell’Agenda 2030 dell’ONU. Ciò affinché la Svizzera possa contribuire ancora più efficacemente alla salute nazionale e mondiale.

Coerenza sulla scena internazionale

La PES è stata aggiornata per assicurare una coerenza tra l’evoluzione della politica nazionale e l’impegno internazionale svizzero in materia di salute. Confrontati alla complessità delle relazioni tra i numerosi attori della sanità a livello internazionale, la Svizzera è stata uno dei primi Stati ad adottare una strategia interdipartimentale di politica estera in materia di salute. Grazie a questo strumento, il nostro Paese è in grado infatti di sviluppare una politica di sanità pubblica coordinata e coerente, sia su scala nazionale che internazionale. I sei ambiti d’azione della PES sono stati stabiliti di concerto con le parti interessate dei Cantoni, del settore privato, della ricerca, della società civile e di altri settori coinvolti. Vi sono interazioni tra gli ambiti d’azione e le loro rispettive attività. La PES 2019-2024 sarà riesaminata entro un termine massimo di sei anni.

La PES integra i seguenti partecipanti:

Gli organi federali, quali l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), la Segreteria di Stato dell’economia (SECO), l’Istituto federale della Proprietà intellettuale (IPI) o ancora la Conferenza svizzera delle direttrici e dei direttori cantonali della sanità (CDS), gli istituti medici e scientifici tra cui gli ospedali, le cliniche, le università e i centri di ricerca, gli altri attori non statali quali le fondazioni, le associazioni, le organizzazioni non governative e il settore privato. 

 

Ultima modifica 26.06.2019

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Affari internazionali
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
Tel. +41 58 464 55 65
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/strategie-und-politik/internationale-beziehungen/schweizer-gesundheitsaussenpolitik.html