Organizzazione mondiale della sanità (OMS)

Da 75 anni l’OMS s’impegna per migliorare la salute e il benessere delle persone. L’accesso a una buona assistenza sanitaria, la prevenzione e la lotta contro le malattie sono alcuni assi portanti della sua attività. La Svizzera è un membro fondatore dell’OMS e ne ospita la sede principale a Ginevra.

Da 75 anni l’OMS s’impegna per migliorare la salute e il benessere delle persone, anche permettendo possibilmente a tutti di accedere facilmente a una buona assistenza sanitaria nonché prevenendo e contrastando le malattie. Questo è anche nell’interesse della Svizzera.

La Svizzera è un membro autorevole dell’OMS. Grazie all’ottimo sistema sanitario, agli istituti di ricerca leader in tutto il mondo e alla presenza sul proprio territorio di aziende farmaceutiche, biotecnologiche e di tecnologia medica innovative, può fornire un importante contributo al rafforzamento dell’assistenza sanitaria globale.

In qualità di membro a pieno titolo, la Svizzera partecipa all’Assemblea mondiale della sanità (AMS) come tutti gli altri 193 Stati membri. Insieme ai Paesi con opinioni affini, rappresenta attivamente i propri interessi con il proprio voto. L’AMS, massimo organo decisionale dell’OMS, definisce la politica dell’organizzazione, nomina il direttore generale, supervisiona la politica finanziaria dell’organizzazione ed esamina e approva il budget di programma proposto. Da maggio 2023 a maggio 2026 la Svizzera è rappresentata nel Consiglio esecutivo dell’OMS (Executive Board, EB).

Il ruolo dell’OMS

L’OMS è l’autorità multilaterale direttrice in ambito sanitario in seno alle Nazioni Unite. Conformemente alla sua Costituzione, l’OMS ha il compito di coordinare le attività del sistema sanitario pubblico internazionale, di fornire un contributo alla ricerca in campo sanitario, di stabilire norme e criteri, di formulare proposte politiche sulla base di dati empirici, di fornire assistenza tecnica ai Paesi nonché di monitorare e valutare le tendenze attuali nel sistema sanitario pubblico.

In qualità di Stato membro sovrano, la Svizzera è libera di adottare adeguamenti a disposizioni vigenti o di firmare e ratificare o meno nuovi strumenti dell’OMS. L’OMS non può obbligare alcuno Stato membro ad adottare misure.

I negoziati in corso

I negoziati in corso riguardano i due ambiti seguenti:

Adeguamenti del Regolamento sanitario internazionale (RSI 2005)

Il Regolamento sanitario internazionale (RSI 2005) disciplina la collaborazione inter-nazionale in materia di controllo delle malattie trasmissibili. L’RSI esiste dal 1969 e da allora è stato rielaborato più volte, l’ultima in modo completo nel 2005. Gli adegua-menti attualmente in discussione servono in particolare a rafforzare i meccanismi di individuazione precoce e di sorveglianza. La Svizzera è Stato Parte dell’RSI dalla sua entrata in vigore nel 1969 e partecipa attivamente ai negoziati sugli adeguamenti dell’RSI (2005).

Per ulteriori informazioni: Regolamento sanitario internazionale (RSI) (admin.ch)

Nuovo accordo per la preparazione, la prevenzione e la risposta alle pandemie

Dall’altro, la Svizzera prende parte alle discussioni per una nuovo accordo per la preparazione, la prevenzione e la risposta alle pandemie. La pandemia di COVID-19 ha mostrato l’importanza di una buona cooperazione internazionale e di uno stretto scambio di conoscenze nell’ambito di crisi sanitarie internazionali.

Intergovernmental Negotiating Body (INB) (admin.ch)

I negoziati per entrambi i processi sono iniziati e dovrebbero durare fino a maggio 2024.

Iniziativa «Salute globale per la pace»

In collaborazione con l’Oman, la Svizzera sostiene l’iniziativa «Salute globale per la pace» (Global Health for Peace, GHPI), ideata per essere attuata in regioni fragili, a rischio e caratterizzate da conflitti e volta per esempio a garantire la protezione degli ospedali, l’accesso universale alle strutture sanitarie, la formazione di medici e infermieri al lavoro in condizioni difficili o il sostegno psicologico di adolescenti che sono stati vittime di violenza. Programmi corrispondenti sono stati elaborati in stretta collaborazione con ministeri e altri partner e sono in corso tra l’altro in Colombia, in Somalia e nella Repubblica Centrafricana. Il loro obiettivo è rafforzare l’assistenza sanitaria in modo capillare e fornire così anche un contributo alla pace.

In occasione dell’Assemblea mondiale della sanità del 2023 dovrebbe essere adottata una roadmap per l’ulteriore attuazione dell’iniziativa «Salute globale per la pace». La Svizzera e l’Oman collaborano inoltre all’organizzazione di un evento durante il quale verranno presentati esempi concreti.

Global Health for Peace Initiative (GHPI) (who.int)

Ginevra quale capitale internazionale della salute

La Svizzera sostiene la presenza dell’OMS a Ginevra e si è impegnata a concedere all’organizzazione un prestito vantaggioso per la costruzione di un nuovo immobile e il risanamento del suo edificio principale.

L’Ufficio regionale dell’OMS per l’Europa

L’Ufficio regionale dell’OMS per l’Europa è uno dei sei uffici regionali dell’OMS nel mondo e serve la regione europea dell’OMS, che comprende 53 Paesi. Sostiene i suoi Stati membri e collabora con una serie di partner per migliorare il benessere e lo stato di salute di quasi 900 milioni di persone nella regione.

Il Comitato permanente del Comitato regionale (Standing Committee of the Regional Committee - SCRC) è un sottocomitato del Comitato regionale OMS/Europa. Agisce per conto del Comitato regionale e garantisce l’attuazione delle decisioni e delle politiche del Comitato. La Svizzera è stata membro dell’SCRC dal 2019 al 2022.

Domande importanti (FAQ)

Ultima modifica 31.05.2024

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Divisione Affari internazionali
Sezione Sanità globale
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
Tel. +41 58 464 55 65
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/strategie-und-politik/internationale-beziehungen/multilaterale-zusammenarbeit/organisation-mondiale-sante.html