Revisione dell’ordinanza sui trapianti

L’ordinanza sui trapianti è stata modificata il 15 novembre 2017. Qui sono disponibili informazioni in merito alle modifiche e ai risultati della consultazione e vengono descritte le modifiche precedenti.

Oltre alla donazione da parte di persone decedute, la legge sui trapianti disciplina anche la donazione di organi e di cellule staminali del sangue da parte di persone viventi. Nel giugno del 2015 il Parlamento ha approvato diverse modifiche della legge sui trapianti, in particolare per migliorare la sicurezza finanziaria dei donatori viventi. Queste e altre modifiche saranno ora attuate a livello di ordinanza.

Principali modifiche

Provvedimenti medici preparatori

I provvedimenti medici preparatori vengono applicati tra l’interruzione della terapia e l’espianto degli organi. Tali misure non sono di alcuna utilità diretta per il paziente, ma servono a preservare gli organi da eventuali danni.

Nell’ordinanza riveduta è sancito che certi provvedimenti medici preparatori non possono essere presi prima della morte del donatore a meno che questo non abbia precedentemente dato il suo consenso. A tale proposito l’ordinanza rimanda alle direttive medico-etiche dell’Accademia svizzera delle scienze mediche (ASSM) sull’ accertamento della morte nel contesto del trapianto di organi e della preparazione all’espianto (cfr. scheda “Link”, disponibili in tedesco e francese).

I provvedimenti in questione sono in particolare l’inserimento di cannule arteriose per la somministrazione del fluido refrigerante e la rianimazione meccanica.

Controllo postdonazione dello stato di salute dei donatori viventi

In Svizzera ogni anno circa 115 persone viventi donano organi e circa 200 donano cellule staminali del sangue. Questi donatori necessitano di controlli medici postdonazione. Nel caso in cui vengano donati organi, i controlli sono svolti lungo l’intero arco di vita, mentre nel caso delle cellule staminali del sangue i controlli coprono i dieci anni successivi alla donazione. L’ordinanza sui trapianti conferisce il compito del controllo postdonazione dei donatori viventi di organi al Registro svizzero sulla salute dei donatori viventi di organi SOL-DHR/SNO mentre il controllo dei donatori di cellule staminali del sangue è compito di Trasfusione CRS Svizzera SA (cfr. scheda «Link»).

Assunzione delle spese del controllo postdonazione

L’ordinanza sui trapianti disciplina dettagliatamente l’assunzione delle spese del controllo postdonazione dello stato di salute dei donatori viventi. L'assicuratore del ricevente è infatti tenuto ad assumersi le spese mediche versando un importo forfettario unico. La Confederazione assume i costi amministrativi per la gestione del relativo registro dei donatori viventi.

Obbligo di notifica di tessuti e cellule

Con l’attuale revisione, tutte le attività legate al trapianto autogeno saranno soggette a un obbligo di notifica. Inoltre, il controllo di queste attività è stato delegato dall'UFSP a Swissmedic.

Infine, il vigente obbligo di notifica annuale per il prelievo e il trapianto di tessuti e cellule è stato adeguato. Ciò permette alla Svizzera di partecipare a studi internazionali sul trapianto di tessuti e cellule (tra cui EUROCET).

Requisiti di qualità nell’impiego di organi, tessuti e cellule

La manipolazione di organi, tessuti e cellule deve soddisfare requisiti di qualità e sicurezza e rimanere al passo con lo stato attuale della scienza e della tecnica. Nell’ordinanza riveduta non si fa più riferimento a direttive internazionali concrete, bensì a raccomandazioni fornite sotto forma di guide in cui si rimanda alle attuali direttive nazionali e internazionali.

Organi provenienti da donatori positivi all’epatite C

Gli organi provenienti da donatori che hanno superato un’infezione da epatite C (grazie a una terapia o per guarigione spontanea) ora possono essere trapiantati anche in pazienti che non sono mai venuti in contatto con questo virus. Inoltre, anche se una persona è infetta,  i suoi organi possono essere utilizzati  per una persona non infetta. Ciò, tuttavia, vale solo nel caso di un trapianto salvavita, perché il rischio di trasmissione del virus è alto.


Modifiche precedenti

Di seguito sono riportate le modifiche dell'ordinanza sui trapianti in ordine cronologico a partire dalla più recente:

Legislazione

Informazioni sulla legislazione attualmente in vigore:

Legislazione sulla medicina dei trapianti

La legge sui trapianti crea le basi legali per la medicina dei trapianti in Svizzera. Si fonda sull’articolo costituzionale 119a ed è completata da sei ordinanze di esecuzione.

Link sull'ordinanza in vigore:

Link

Comunicati

Per visualizzare i comunicati stampa è necessaria Java Script. Se non si desidera o può attivare Java Script può utilizzare il link sottostante con possibilità di andare alla pagina del portale informativo dell’amministrazione federale e là per leggere i messaggi.

Portale informativo dell’amministrazione federale

Ultima modifica 17.09.2018

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Divisione biomedicina
Sezione trapianti
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
Tel. +41 58 463 51 54
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/medizin-und-forschung/transplantationsmedizin/rechtsetzungsprojekte-in-der-transplantationsmedizin/revision-der-transplantationsverordnung.html