Cellule staminali del sangue dal cordone ombelicale

Dopo il parto, le cellule staminali del sangue possono essere ottenute dal cordone ombelicale senza rischi per la madre e il bambino. Ci sono diversi modi per conservarli in apposite banche.

Anche il sangue del cordone ombelicale dei neonati contiene cellule staminali. Il prelievo è indolore e senza rischi per la madre e il bambino. Dopo essere stato prelevato, viene congelato e può essere conservato per lungo tempo nelle cosiddette banche del sangue del cordone ombelicale. Esistono due tipi di conservazione:

  • Conservazione in banche pubbliche: le cellule staminali del sangue conservate in banche del sangue del cordone ombelicale pubbliche sono a disposizione delle persone malate in tutto il mondo. I genitori donatori e il bambino non hanno alcun diritto esclusivo a queste cellule. La loro donazione e conservazione in una banca pubblica sono gratuite. Trasfusione CRS Svizzera elenca sul suo sito gli ospedali per partorienti che offrono la possibilità di una conservazione in una banca pubblica.
  • Conservazione in banche private: in alternativa alle banche del sangue del cordone ombelicale pubbliche, i genitori possono conservare il sangue del cordone ombelicale dei figli neonati in banche del sangue del cordone ombelicale private a pagamento, nel caso in cui in futuro il bambino o un familiare si ammali. Si noti che questo tipo di conservazione è disciplinato da un contratto privato concluso tra la banca e i genitori. Si raccomanda dunque di verificare se la banca in questione, in caso di cessazione dell’esercizio, disponga di un piano per il sangue conservato.

Gli esperti considerano tuttavia molto improbabile che le cellule staminali del sangue conservate in banche private possano essere riutilizzate. Inoltre, è possibile che il sangue raccolto contenga una quantità di cellule staminali insufficiente per un trapianto. La situazione è diversa per le cellule conservate in banche pubbliche. La rete di tali banche permette di renderle disponibili in tutto il mondo e di creare una solidarietà generale; la probabilità di aiutare qualcuno è più elevata che nel quadro delle banche private. Le banche pubbliche sono dunque il tipo di conservazione più adeguato dal punto di vista medico.

Per maggiori informazioni sulle possibilità di conservazione consultare le raccomandazioni del Consiglio d’Europa, disponibili in inglese e francese:

Le banche sono soggette a diversi requisiti

In Svizzera le istituzioni che conservano cellule staminali del sangue da cordone ombelicale sono soggette a specifici obblighi di notifica e di autorizzazione nonché a requisiti in materia di qualità delle cellule e di sicurezza della conservazione (cfr. legge federale sui trapianti). A seconda della loro destinazione, si applicano norme diverse. Se le cellule conservate sono destinate esclusivamente al bambino donatore (trapianto autologo), Swissmedic è l’autorità competente. L’azienda che le conserva deve preventivamente notificare a Swissmedic che intende conservare le cellule ai fini di un trapianto autologo. Se invece le cellule sono disponibili a scopi terapeutici anche ad altre persone (trapianto allogenico), l'istituzione necessita di un’apposita autorizzazione dell’Ufficio federale della sanità pubblica. Lo stesso vale nel caso in cui le cellule prelevate in Svizzera saranno esportate all’estero per la conservazione. Per informazioni dettagliate sugli obblighi di notifica e di autorizzazione, consultare il seguente documento:

Ultima modifica 10.10.2019

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Divisione biomedicina
Sezione trapianti
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
Tel. +41 58 463 51 54
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/medizin-und-forschung/transplantationsmedizin/lebendspenden-von-organen-zellen/blut-stammzellen-lebendspende/blut-stammzellen-aus-nabelschnurblut.html