Ricerca e tecnologia in biomedicina

La Svizzera occupa una posizione di primo piano a livello internazionale nel settore della ricerca e della tecnologia in biomedicina. Il Consiglio federale crea condizioni quadro ottimali per mantenerla.

La ricerca e la tecnologia in biomedicina hanno un ruolo fondamentale per il settore sanitario e l’economia della Svizzera. La posizione di primo piano a livello internazionale che il nostro Paese occupa nel settore della biomedicina è riconducibile all’interazione efficace di numerosi fattori diversi. Sono fattori importanti, per esempio, gli aspetti di politica della formazione e della ricerca, le condizioni quadro giuridiche (p. es. per la ricerca sull’essere umano), il disciplinamento dell’accesso ai mercati e della vigilanza su di essi, il rimborso da parte delle assicurazioni sociali e le disposizioni in materia di protezione della proprietà intellettuale. Fondamentali per il successo della Svizzera come piazza economica, scientifica e di innovazione sono inoltre l’efficienza economica, la stabilità politica, un sistema fiscale attrattivo, il diritto del lavoro flessibile e un’elevata qualità di vita.

Soltanto un accurato coordinamento e sviluppo di tutte le componenti e i fattori rilevanti può fare in modo che nel settore della biomedicina e della biotecnologia la Svizzera continui a primeggiare nel confronto internazionale.

Ruolo della Confederazione

È compito della Confederazione mantenere e continuare a creare condizioni quadro possibilmente ottimali per la ricerca e la tecnologia in biomedicina e allo stesso tempo assicurare alla popolazione svizzera un accesso concreto ed economicamente sostenibile alle scoperte e ai nuovi prodotti in questo settore. L’UFSP svolge un ruolo centrale in questo senso: è competente per le condizioni quadro giuridiche (p. es. nei settori ricerca sull’essere umano, agenti terapeutici, registro dei tumori, cartella informatizzata del paziente) e ha il compito di garantire un sistema sanitario di qualità, efficiente e finanziariamente sostenibile.

Oltre all’UFSP, sono attive nel settore della promozione della ricerca biomedica e della piazza economica anche altre unità di vari dipartimenti, per esempio:

  • la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione SEFRI nel Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca DEFR è il centro di competenza della Confederazione per le questioni nazionali e internazionali di politica in materia di formazione, ricerca e innovazione;
  • la Segreteria di Stato per l’economia SECO del DEFR svolge una promozione intersettoriale della piazza economica favorendo l’insediamento delle aziende estere in Svizzera;
  • l’Istituto svizzero per gli agenti terapeutici Swissmedic garantisce che in Svizzera siano commercializzati soltanto agenti terapeutici di qualità, sicuri ed efficaci;
  • l’Istituto Federale della Proprietà Intellettuale IPI è il centro di competenza della Confederazione per tutte le questioni concernenti la protezione di brevetti, marchi, indicazioni di provenienza, design e diritti d’autore.

Un piano direttore per una promozione mirata e a lungo termine

Nel prossimi anni la concorrenza internazionale nel settore della ricerca e della tecnologia in biomedicina dovrebbe inasprirsi ulteriormente. Per fare in modo che la Svizzera resti competitiva anche in futuro, nel 2013 il Consiglio federale ha presentato, su mandato del Parlamento, misure per rafforzare questo settore.
Questo piano direttore comprende oltre 20 misure nelle aree d’intervento della promozione della ricerca e dell’innovazione, dell’accesso ai mercati e del sistema di rimunerazione, delle malattie rare e della proprietà intellettuale. Il coordinamento del piano direttore è di competenza della Divisione biomedicina dell’UFSP.

Ultima modifica 30.10.2018

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Divisione biomedicina
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
Tel. +41 58 463 51 54
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/medizin-und-forschung/biomedizinische-forschung-und-technologie.html