Donne incinte o che allattano

Le donne incinte o che allattano corrono un rischio maggiore di complicazioni. Essendo dunque particolarmente minacciate, esse dovrebbero proteggersi dal rischio di contaminazione, preferibilmente con vaccinazione. 

La vita quotidiana

Normalmente potete continuare le vostre attività, andare a lavorare, assistere ad avvenimenti pubblici oppure a funzioni. È comunque preferibile evitare la folla. Dovete dar prova di una maggior vigilanza lavandovi le mani più spesso oppure portando con voi un disinfettante per le mani.

Maggiori rischi di complicanze

Le donne incinte non sono più soggette di altre persone ad ammalarsi d'influenza pandemica. Ciononostante, una donna incinta che contrae questo virus corre maggiori rischi di soffrire di complicanze (polmonite, grave insufficienza respiratoria), in particolare durante il secondo e il terzo trimestre di gravidanza oppure dopo la nascita del bambino. Queste complicanze potrebbero mettere in pericolo la sua salute e quella del nascituro. Nei casi più gravi, esse potrebbero causare un parto prematuro oppure un aborto spontaneo. Per le donne incinte è quindi importante proteggersi contro il virus dell'influenza pandemica, e il mezzo più efficace per farlo è la vaccinazione.

Se avete dei sintomi influenzali

Considerato il rischio di complicanze più elevato in una donna incinta, in caso di sintomi influenzali è importante che consultiate immediatamente il vostro medico di famiglia o il vostro ginecologo. Se i sintomi si aggravano, richiedete un consulto urgente.
Se avete un bambino, dovreste rispettare le norme igieniche e indossare una mascherina per limitare il rischio d'infettarlo.
Si parla di febbre a partire da una temperatura di 38°C. Per ridurre la feb-bre, potete prendere dei medicamenti, di preferenza il paracetamolo (p.es. il Dafalgan®), piuttosto che l'Aspirina. Se i sintomi persistono, contattate il vostro medico. Non assumete altri medicamenti senza informare il vostro ginecologo. Alcuni medicamenti molto efficaci contro la febbre sono controindicati durante la gravidanza.

Esiste un medicamento contro l'influenza per le donne incinte?

Sì, la Svizzera dispone di un medicamento antivirale contro l'influenza (Tamiflu®), che può essere utilizzato anche da una donna incinta o che allatta. Affinché abbiano la massima efficacia, questi medicamenti devono essere somministrati nelle 48 ore che seguono l'apparizione dei sintomi. In caso di sintomi influenzali, è quindi importante consultare rapidamente un professionista della salute.

Allattamento durante l'influenza pandemica

Anche se siete ammalate, potete ugualmente allattare il vostro bambino. Nemmeno l'assunzione di antivirali (Tamiflu®) rappresenta una controindicazione all'allattamento. L'allattamento al seno va incoraggiato.

Documenti


influenza-it.JPG

Piano svizzero per pandemia influenzale 2018

Per poter garantire l'efficacia di misure intraprese, un piano pandemico necessita di controlli regolari e deve essere orientato allo stato della scienza e ai mezzi preventivi e terapeutici aggiornati.

Ultima modifica 31.08.2018

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Unità di direzione sanità pubblica
Divisione malattie trasmissibili
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
Tel. +41 58 463 87 06
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/krankheiten/ausbrueche-epidemien-pandemien/empfehlungen-im-pandemiefall/schwangere-stillende-frauen.html