Coronavirus: vaccinazione

Swissmedic ha omologato due vaccini per il mercato svizzero. Le vaccinazioni anti-COVID-19 sono iniziate dal 4 gennaio 2021. Le persone particolarmente a rischio sono vaccinate per prime.  

Infoline vaccinazione COVID-19

+41 58 377 88 92, tutti i giorni dalle ore 6 alle 23

Notizie

A causa di ritardi nella consegna dei vaccini da parte di Pfizer/BioNTech e Moderna, alcuni Cantoni devono rallentare la tempistica delle vaccinazioni rispetto a quanto previsto. Secondo i contratti stipulati con i fabbricanti dei vaccini, tuttavia, le forniture concordate dovrebbero arrivare in Svizzera entro i trimestri rispettivamente previsti. Pertanto i Cantoni potranno recuperare l’arretrato nei prossimi mesi.

Richiesta di appuntamento per la vaccinazione

Sul sito web del vostro Cantone troverete informazioni sull’organizzazione della vaccinazione a livello cantonale e su come potete annunciarvi. L’elenco dei siti Internet dei Cantoni è disponibile qui: www.ufsp-coronavirus.ch

Scopi della vaccinazione anti-COVID-19

Anche se la maggioranza delle persone infette sviluppa soltanto sintomi lievi o è del tutto asintomatica, una parte degli ammalati, specialmente le persone particolarmente a rischio, presenta un decorso grave.

Circa il 15 per cento dei pazienti ricoverati in ospedale richiede cure intense, e l’1 per cento circa dei casi di COVID-19 accertati nella popolazione muore.

Gli scopi della vaccinazione anti-COVID-19 sono pertanto:

  1. Ridurre il numero di decorsi gravi della malattia e di decessi.
  2. Garantire l’assistenza sanitaria.
  3. Ridurre le conseguenze negative per la salute, psichiche, sociali ed economiche causate dalla pandemia di COVID-19.

Chi deve farsi vaccinare?

Secondo la strategia di vaccinazione anti-COVID-19 la vaccinazione è prevista in via prioritaria i gruppi target seguenti:

Gruppo target 1: persone particolarmente a rischio

All’interno di questa categoria è necessaria un’ulteriore priorizzazione, poiché in una prima fase non sono disponibili dosi di vaccino sufficienti per tutte queste persone.

Hanno accesso per prime alla vaccinazione le seguenti persone:

  • persone a partire dai 75 anni
  • persone affette da malattie croniche ad altissimo rischio, indipendentemente dall’età
  • residenti di case per anziani e case di cura. Contemporaneamente ha la possibilità di farsi vaccinare anche il personale a contatto con loro.

A seguire:

  • persone tra i 65 e i 74 anni
  • persone sotto i 65 anni affette da malattie croniche che non sono ancora state vaccinate

Avete una malattia cronica e non sapete se rientra fra quelle ad altissimo rischio? Di seguito trovate un elenco di queste malattie. Se siete affetti da una delle malattie elencate, potete chiedere un appuntamento prioritario per la vaccinazione.

Dopo le persone particolarmente a rischio, la vaccinazione sarà offerta anche ai seguenti gruppi target in quest’ordine:

  • Gruppo target 2: personale sanitario a contatto con pazienti / personale di assistenza a persone particolarmente a rischio
  • Gruppo target 3: contatti stretti (membri della stessa economia domestica, familiari assistenti) di persone particolarmente a rischio
  • Gruppo target 4: persone residenti in strutture collettive con un elevato rischio di infezione e di focolaio (p. es. istituti per persone disabili).

È emerso che nei Cantoni la priorizzazione è stata attuata in modo diverso. In particolare, vi sono differenze nella vaccinazione del personale sanitario. Per questo motivo, la Commissione federale per le vaccinazioni CFV e l'UFSP hanno elaborato delle direttive che definiscono i gruppi del personale sanitario che devono eventualmente farsi vaccinare contemporaneamente alle persone particolarmente a rischio (gruppo target 1). Data la disponibilità attualmente limitata di vaccini, lo scopo è assicurare l'assistenza sanitaria nei settori particolarmente colpiti e, al contempo, di mettere a disposizione una quantità sufficiente di vaccini per le persone ad altissimo rischio.

Se sarà disponibile una quantità di vaccini sufficiente, sarà possibile vaccinare anche gli adulti che non rientrano nei gruppi target 1 - 4 summenzionati.

Non è al momento prevista la vaccinazione dei bambini poiché mancano tuttora i dati degli studi per questo gruppo d’età.

Una vaccinazione protegge dalla malattia, ma a tutt’oggi non è ancora chiaro se impedisca da una trasmissione del coronavirus. Fino a nuovo avviso le regole di igiene e di comportamento restano provvedimenti importanti per proteggere sé stessi e gli altri dal coronavirus.

In Svizzera le vaccinazioni sono facoltative. Non è previsto alcun obbligo di vaccinazione anti-COVID-19. Potrete decidere autonomamente se sottoporvi o meno alla vaccinazione.

Raccomandazioni di vaccinazione

Le raccomandazioni di vaccinazione si basano sulla strategia di vaccinazione e in Svizzera vengono elaborate dalla Commissione federale per le vaccinazioni CFV in collaborazione con l’UFSP. Non appena Swissmedic rilascia l’omologazione per un vaccino, la CFV elabora le raccomandazioni di vaccinazione sulla base dei risultati degli studi della fase clinica III. Le raccomandazioni di vaccinazione possono variare, poiché ogni vaccino ha proprietà differenti e quindi può produrre effetti diversi a seconda del gruppo target (p. es. persone particolarmente a rischio, anziani).

Inoltre, per le raccomandazioni di vaccinazione sono prese in considerazione le conoscenze scientifiche più recenti e si tiene conto della situazione epidemiologica del momento.

Non appena le raccomandazioni di vaccinazione per un vaccino sono pronte, si inizia a vaccinare.

La prima raccomandazione di vaccinazione combinata per i vaccini Comirnaty® di Pfizer/BioNTech e COVID-19 Vaccine Moderna® di Moderna, disponibile dal 12 gennaio 2021, contiene tra l’altro:

  • proprietà dei vaccini
  • avvertenze per l’esecuzione della vaccinazione
  • obiettivi di vaccinazione specifici e analisi rischi-benefici per ciascun gruppo target
  • priorizzazione dei gruppi target che riceveranno la vaccinazione in caso di quantità di vaccino limitate

Per informazioni sulla priorizzazione si rimanda alla sezione Chi deve farsi vaccinare?

Documentazione della vaccinazione

Ogni persona che si fa vaccinare riceve dallo specialista un attestato di vaccinazione, contenente informazioni sul vaccino somministrato (p. es. nome commerciale, fabbricante, n. di lotto). L’attestato è rilasciato direttamente dal centro di vaccinazione.

Avete inoltre la possibilità di documentare elettronicamente le vaccinazioni anti-COVID-19. Al momento della prenotazione della vaccinazione, il centro di vaccinazione vi chiederà se desiderate una documentazione elettronica. In caso affermativo, i vostri dati di vaccinazione saranno registrati nel libretto di vaccinazione elettronico svizzero su www.lemievaccinazioni.ch. A tale scopo il libretto contiene la componente myCOVIDvac. La registrazione su www.lemievaccinazioni.ch avviene automaticamente e riceverete per e-mail o SMS i dati di accesso del vostro account utente sul sito; non è necessaria una preregistrazione. Su www.lemievaccinazioni.ch potete accedere in qualsiasi momento al vostro libretto di vaccinazione elettronico e stampare la documentazione delle vaccinazioni anti-COVID-19.

Per maggiori informazioni su myCOVIDvac leggete il promemoria myCOVIDvac (PDF, 525 kB, 28.01.2021).

Anche se disponete già di un libretto di vaccinazione elettronico, al momento della prenotazione della vaccinazione o al centro di vaccinazione dovete acconsentire a che le vostre vaccinazioni anti-COVID-19 siano salvate in formato elettronico.

Se non intendete registrare le vaccinazioni anti-COVID-19 su myCOVIDvac, potete farle trascrivere da uno specialista nel vostro libretto di vaccinazione cartaceo in un secondo momento.

Assunzione dei costi della vaccinazione

I costi di una vaccinazione anti-COVID-19 sono assunti dall’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS). I costi non coperti dall’AOMS sono finanziati da Confederazione e Cantoni.

La vaccinazione è dunque gratuita per le persone affiliate all’assicurazione obbligatoria delle cure medico sanitarie (AOMS) in Svizzera. Non dovete pagare né la franchigia né l’aliquota percentuale.

La vaccinazione anti-COVID-19 è gratuita anche per le persone che non sono affiliate a un’assicurazione malattie in Svizzera, se:

  • vivono in Svizzera e lavorano per una rappresentanza diplomatica o consolare o per un’organizzazione internazionale;
  • vivono in Svizzera in qualità di lavoratori distaccati, studenti o pensionati;
  • esercitano un’attività lucrativa in Svizzera come frontalieri e a causa della loro attività sono esposte a un rischio di contagio (p. es. personale sanitario a contatto con pazienti e personale di assistenza nelle case di cura e per anziani).

Per questi gruppi di persone i costi della vaccinazione anti-COVID-19 sono assunti dalla Confederazione.

Non sono assunti i costi per persone che non rientrano nei gruppi di persone elencati. È per esempio il caso dei turisti o degli svizzeri all’estero che non sono affiliati all’assicurazione malattie in Svizzera. La vaccinazione di queste persone contro la COVID-19 deve essere eseguita nel loro Paese di residenza.

Acquisto di vaccini da parte della Svizzera

Lo sviluppo dei vaccini è a un livello avanzato o si è addirittura già concluso. Inoltre sono in corso trattative con i diversi fabbricanti. Difatti, poiché lo sviluppo di vaccini è legato a fattori di incertezza, la Confederazione percorre diverse strade per procurarseli, impegnandosi anche a livello internazionale. Intende inoltre acquistare quanti più tipi di vaccino possibili per aumentare le possibilità di ottenere un vaccino il più efficace possibile per i diversi gruppi di destinatari.

Contratti con i fabbricanti di vaccini

Finora la Confederazione ha concluso contratti con cinque fabbricanti di vaccini. Se un vaccino è stato omologato da Swissmedic, la Svizzera riceve il numero di dosi di vaccino che ha riservato per contratto. I fabbricanti di vaccini consegnano le dosi che sono state riservate scaglionate su diversi mesi. Pertanto all’inizio è disponibile soltanto un numero limitato di dosi.

  • Novavax: 6 milioni di dosi
  • Curevac: 5 milioni di dosi
  • Pfizer/BioNTech: 3 milioni di dosi
  • AstraZeneca: 5,3 milioni di dosi
  • Moderna: 13,5 milioni di dosi

Inoltre la Svizzera ottiene ulteriore accesso ai vaccini in quanto partecipa al programma COVAX. Per maggiori informazioni sul programma COVAX, fate clic sul link sottostante.

Vaccini

Qui sotto sono disponibili informazioni sui vaccini per i quali la Svizzera ha stipulato un contratto, per esempio sulle loro proprietà e sullo stato della loro omologazione.

Vaccini omologati

Vaccino di Pfizer/BioNTech

  • Denominazione del vaccino: Comirnaty®
  • Omologazione: 19 dicembre 2020
  • Paese in cui ha sede il fabbricante: Stati Uniti e Germania
  • Tipo di vaccino: vaccino a mRNA
  • Dosaggio: due dosi di vaccino
  • Efficacia: protezione al 95 per cento da una malattia
  • Limite di età: a partire dai 16 anni

Vaccino di Moderna

  • Denominazione del vaccino: COVID-19 Vaccine Moderna®
  • Omologazione: 12 gennaio 2021
  • Paese in cui ha sede il fabbricante: Stati Uniti
  • Tipo di vaccino: vaccino a mRNA
  • Dosaggio: due dosi di vaccino
  • Efficacia: protezione al 94 per cento da una malattia
  • Limite di età: a partire dai 18 anni

Il video di Swissmedic spiega il funzionamento di un vaccino a mRNA, come per esempio quello di Pfizer/BioNTech o di Moderna.

Vaccini con procedura di omologazione in corso

Vaccino di AstraZeneca

  • Denominazione del vaccino: non ancora nota
  • Omologazione: procedura di omologazione in corso presso Swissmedic
  • Paese in cui ha sede il fabbricante: Gran Bretagna
  • Tipo di vaccino: vaccino vettoriale
  • Dosaggio: non ancora noto
  • Efficacia: gli studi sono ancora in corso
  • Limite di età: non ancora noto

Il video di Swissmedic spiega il funzionamento di un vaccino vettoriale, come per esempio quello di AstraZeneca.

Vaccini in fase di sviluppo

Vaccino di Curevac

  • Denominazione del vaccino: non ancora nota
  • Omologazione: non ancora nota
  • Paese in cui ha sede il fabbricante: Germania
  • Tipo di vaccino: vaccino a mRNA
  • Dosaggio: due dosi di vaccino
  • Efficacia: gli studi sono ancora in corso
  • Limite di età: non ancora noto

Vaccino di Novavax

  • Denominazione del vaccino: non ancora nota
  • Omologazione: non ancora nota
  • Paese in cui ha sede il fabbricante: Stati Uniti
  • Tipo di vaccino: vaccino a base proteica
  • Dosaggio: due dosi di vaccino
  • Efficacia: gli studi sono ancora in corso
  • Limite di età: non ancora noto

Sviluppo di un vaccino

Sviluppare e fabbricare vaccini è un processo complesso e lungo. I requisiti in termini di qualità, efficacia e soprattutto sicurezza sono elevati. Per questo, la fabbricazione di un vaccino deve passare attraverso diverse fasi di sviluppo. Solo se una fase dà buoni risultati, il vaccino passa a quella successiva di ulteriore sviluppo.

Fasi di sviluppo

1. Fase preclinica

Il vaccino è testato prima in laboratorio e poi sugli animali.

2. Fase clinica

Questa fase si suddivide in tre parti:

Fase clinica I:

Su un campione ristretto di volontari sani si esamina per la prima volta come l’essere umano reagisce al vaccino e quali dosaggi tollera. Per dosaggio si intende il numero di dosi e le quantità somministrate. In questa fase possono essere individuati anche i primi effetti collaterali ricorrenti.

Fase clinica II:

In questa fase il vaccino è testato su diverse centinaia di volontari. Lo scopo è stabilire se il vaccino induce l’immunità auspicata e quale dosaggio è opportuno. Sono inoltre raccolti dati sulla frequenza e sul livello di gravità dei possibili effetti collaterali.

Fase clinica III:

Il vaccino è testato su diverse migliaia di volontari. Lo scopo è determinare se il vaccino protegge effettivamente dalla malattia. Inoltre, si identificano rischi ed effetti collaterali rari e si valuta a quali gruppi di popolazione e d’età somministrarlo.

Se il fabbricante del vaccino presenta una domanda di omologazione, Swissmedic verifica i risultati delle fasi cliniche I – III e, se conferma l’efficacia, la sicurezza e la qualità del vaccino, rilascia l’omologazione per la sua immissione in commercio in Svizzera.

L’omologazione è seguita da una raccomandazione di vaccinazione per la popolazione, elaborata in collaborazione con la Commissione federale per le vaccinazioni CFV. Una vaccinazione è raccomandata solo se il suo beneficio, in termini di prevenzione di malattie e delle loro complicazioni, supera di gran lunga il rischio di effetti indesiderati.

3. Studi di follow-up (Fase IV)

Anche dopo l’omologazione del vaccino, i fabbricanti devono garantirne la sicurezza, l’efficacia e la qualità; verificano regolarmente se si presentano effetti collaterali rari o gravi e, in tal caso, li notificano a Swissmedic. Si appura inoltre la tollerabilità del vaccino nei gruppi della popolazione che non erano inclusi negli studi precedenti.  

Omologazione in Svizzera

Swissmedic è competente per l’omologazione in Svizzera e decide se omologare o meno un vaccino. Se ne conferma l’efficacia, la sicurezza e la qualità, rilascia l’omologazione per l’immissione in commercio in Svizzera.

Cos’è una vaccinazione?

Le vaccinazioni sono la protezione più efficace contro malattie infettive pericolose e riducono il rischio di contagio e malattia nelle persone vaccinate.  Inoltre, molte di esse proteggono anche dalla trasmissione degli agenti patogeni ad altre persone, proteggendo indirettamente anche quelle non vaccinate.

Con la vaccinazione, il sistema immunitario «fa conoscenza» con l’agente patogeno senza che quest’ultimo provochi la malattia. In questo modo, l’organismo produce anticorpi specifici ed è pronto a far fronte a un caso di infezione reale. Quando la persona vaccinata entrerà in contatto con l’agente patogeno, il suo sistema immunitario lo riconoscerà rapidamente e potrà renderlo inoffensivo.

Maggiori informazioni sul tema alla pagina Vaccinazioni e profilassi.

Swissmedic spiega in un video come e perché i vaccini agiscono nell’organismo.

Cifre chiave sulla vaccinazione anti-COVID-19

Le cifre chiave sulla vaccinazione anti-COVID-19 sono disponibili sul sito www.covid19.admin.ch.

Domande frequenti (FAQ)

Qui trovate le risposte alle domande frequenti sulla vaccinazione anti-COVID-19.  

Informazioni per i professionisti della salute

Qui trovate informazioni dettagliate per i professionisti della salute.

Informazioni complementari

Ulteriori informazioni

Malattia, sintomi e trattamento

Informazioni sulla malattia COVID-19, sui suoi sintomi e il suo decorso nonché sull’origine del nuovo coronavirus

Ultima modifica 03.03.2021

Inizio pagina

Contatto

Non rispondiamo per scritto alle richieste di informazioni in relazione alla COVID-19.

Informarsi sulle nostre pagine web, che aggiorniamo regolarmente.

Alla rubrica Contatti e link sono disponibili informazioni di contatto, anche relative ad altri servizi federali e Cantoni.

Tel.
+41 58 377 88 92

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/krankheiten/ausbrueche-epidemien-pandemien/aktuelle-ausbrueche-epidemien/novel-cov/impfen.html