Nuovo Coronavirus: raccomandazioni per la vita di tutti i giorni

Il nuovo coronavirus ha cambiato il nostro quotidiano. Per riuscire a impedirne una maggiore propagazione dobbiamo proteggere noi stessi e gli altri. Qui trovate informazioni e consigli per la vita di tutti i giorni.

Trasmissione del nuovo coronavirus

Il nuovo coronavirus può essere trasmesso così:

  • Attraverso un contatto stretto e prolungato: meno di 1,5 metri di distanza da una persona infetta senza protezione (p. es. parete divisoria o quando entrambe le persone indossano una mascherina). Più il contatto con la persona infetta è stretto e prolungato, più è probabile il contagio.
  • Attraverso goccioline: tossendo o starnutendo, i virus di una persona infetta possono finire direttamente sulle mucose del naso e della bocca o sugli occhi di un’altra persona.
  • Attraverso le mani: tossendo e starnutendo, le goccioline infettive finiscono sulle mani. Oppure si possono toccare superfici cariche di virus. Da lì, sempre toccandosi con le mani, i virus possono finire sulla bocca, sul naso o sugli occhi.

La vita ai tempi del nuovo coronavirus

Possiamo nuovamente incontrare altre persone, lavorare, mangiare al ristorante, praticare sport e assistere a eventi culturali. Tutto ciò con le necessarie dosi di prudenza e circospezione, perché il nuovo coronavirus è ancora tra noi. Per evitare che torni a propagarsi in modo incontrollato, sono fondamentali il senso di responsabilità e la collaborazione di ciascuno di noi.

In ogni situazione della vita di tutti i giorni vi raccomandiamo:

  • Tenetevi a distanza.
  • Portate la mascherina quando viaggiate sui mezzi pubblici o se non è possibile mantenere una distanza di almeno 1,5 metri da altre persone senza che sia interposta una protezione fisica, come per esempio una parete divisoria.
  • Lavatevi o disinfettatevi regolarmente le mani.
  • Evitate le strette di mano, gli abbracci e i baci di saluto.
  • Starnutite e tossite in un fazzoletto di carta o nella piega del gomito.

Per maggiori informazioni consultate le regole di igiene e di comportamento.

I guanti non garantiscono alcuna protezione
Vi sconsigliamo di utilizzare dei guanti nel quotidiano. Non garantiscono protezione sufficiente dal contagio e danno una falsa sensazione di sicurezza. Il virus non si trasmette attraverso la pelle, ma attraverso le mucose. Il contagio può per esempio avvenire se le goccioline infettive depositatesi sulla superficie dei guanti raggiungono le mucose.

I guanti presentano inoltre alcuni inconvenienti:

  • di norma non si possono lavare;
  • il virus sopravvive più a lungo sulla plastica che sulla pelle;
  • dopo ogni contatto è necessario utilizzarne un nuovo paio.

Per saperne di più guardate il video Perché non è raccomandato di indossare i guanti per proteggersi dal coronavirus?

Inoltre, per favorire il contenimento del nuovo coronavirus è stata sviluppata l’app SwissCovid, che ci segnala se siamo entrati in contatto con una persona contagiata. Vi raccomandiamo di utilizzarla, perché contribuisce a bloccare rapidamente la catena di trasmissione. Quante più persone persone installano e utilizzano l’app e tanto maggiore sarà la sua efficacia. Per ulteriori informazioni consultate la pagina App SwissCovid e tracciamento dei contatti.

Se vi sentite poco bene o avvertite sintomi della malattia, restate a casa, fate l’autovalutazione sul coronavirus o chiamate il vostro medico.

Consigli per la vita di tutti i giorni

Per le regole e le raccomandazioni attualmente in vigore in tutta la Svizzera si rimanda alla pagina Provvedimenti e ordinanze. Possono sussistere differenze cantonali. A tal proposito, informatevi presso i singoli Cantoni. Vi consigliamo inoltre di portare sempre con voi una mascherina, nell’eventualità che il suo utilizzo si rivelasse necessario.

Vacanze/Viaggi in Svizzera/Tempo libero

I viaggi e gli spostamenti sul territorio nazionale sono consentiti. I trasporti pubblici e turistici funzionano nuovamente, nella maggior parte dei casi, secondo i normali orari. Ogni azienda di trasporto deve disporre di un piano di protezione. Dal 6 luglio 2020 vige l'obbligo della mascherina su tutti i mezzi pubblici. Vi raccomandiamo, nei limiti del possibile, di evitare i trasporti pubblici nelle ore di punta mattinali e serali e ricorrere ai collegamenti meno frequentati.

Per i viaggi all'estero o i rientri in Svizzera possono esservi restrizioni. A tal proposito, consultate la pagina Informazioni per chi viaggia.

Ristoranti e manifestazioni pubbliche

Le manifestazioni pubbliche con meno di 1000 persone sono consentite. Tuttavia, se i partecipanti sono più di 300 devono essere suddivisi in settori, ognuno dei quali può accogliere al massimo 300 persone. Il numero delle persone per settore può anche essere inferiore a seconda del Cantone. Per tutti i luoghi aperti al pubblico, come ristoranti e sedi di manifestazioni, i gestori/gli organizzatori devono predisporre e attuare un piano di protezione.

Riducete al minimo le situazioni nelle quali non è possibile tenersi a distanza e la maggior parte delle persone non porta la mascherina, come ad esempio in discoteca.

Le persone che avvertono sintomi della malattia devono assolutamente astenersi dal partecipare a qualsiasi manifestazione.

Importante: Qualora, in conformità al piano di protezione del gestore, sia necessario fornire i dati di contatto, è estremamente importante indicarli con precisione. Diversi Cantoni hanno emanato prescrizioni più severe che obbligano club e bar a verificare l'esattezza dei dati raccolti inerenti ai visitatori.

Manifestazioni private

Feste di compleanno, incontri familiari, grigliate ecc. sono di nuovo consentiti. In questi casi non è necessario disporre di un piano di protezione formale, ma tutti i partecipanti devono attenersi alle regole di igiene e di comportamento. Inoltre, se non si possono mantenere le distanze e non sono disponibili altri mezzi di protezione, come mascherine o pareti divisorie, l’organizzatore deve eventualmente trasmettere alle autorità cantonali i dati necessari per il tracciamento dei contatti.

Siete voi a decidere se e con quanti altri entrare in contatto. Vi raccomandiamo, tuttavia, di non eccedere e non incontrare troppe persone differenti.

Sport

Siate consapevoli che per praticare determinati sport è estremamente difficile tenersi a distanza.

Per ogni disciplina sportiva esiste un piano di protezione che indica come ci si può allenare e come ci si deve comportare negli spogliatoi e nelle competizioni. Gli sportivi possono essere eventualmente tenuti a fornire i propri dati di contatto.

Prima di andare in piscina, informatevi, per esempio tramite il sito Internet della struttura, su come sono regolamentati i flussi di visitatori. Il numero di accessi può essere limitato.

Attività fisica e alimentazione sana

L’attività fisica regolare fa bene alla salute, irrobustisce il corpo, migliora l’umore, riduce stress e paure e rafforza le difese immunitarie. Anche una sana alimentazione contribuisce a rendere più forte il sistema immunitario.

Acquisti

Disinfettatevi le mani quando entrate in un negozio. Nei limiti del possibile tenetevi a distanza, in particolare quando siete in coda. Se non potete mantenere le distanze, indossate una mascherina. Attenzione: in determinati Cantoni vige l’obbligo della mascherina nei negozi. Evitate, inoltre, di fare acquisti nelle ore di maggiore affollamento.

Si consiglia inoltre di lavarsi o disinfettarsi le mani anche dopo gli acquisti. Ricordatevene, in particolare, se fate acquisti per altre persone.

Pagare in contanti non aumenta il rischio di contagio, a condizione che siano osservate le regole di igiene. Alcuni settori privilegiano i pagamenti senza contatto.

Arieggiare gli ambienti

Se nello stesso ambiente sono presenti più persone, arieggiarlo a fondo e regolarmente può ridurre il rischio di contagio. Questa raccomandazione può essere seguita in modo semplice anche nelle manifestazioni private come feste di compleanno o in famiglia: più l’ambiente è piccolo e quante più persone vi sono presenti, tanto più spesso occorre arieggiarlo.

Gli ambienti di lavoro, per esempio le sale riunioni, andrebbero arieggiati almeno per 5-10 minuti ogni due ore.

Se sul posto di lavoro utilizzate un ventilatore, occorre tenere conto di due aspetti:

  • È importante arieggiare bene regolarmente. L’aria fresca aiuta a ridurre un’eventuale carica virale.
  • Il ventilatore non deve soffiare costantemente nella stessa direzione. Ciò vale soprattutto per gli ambienti nei quali più persone hanno un posto di lavoro fisso. Altrimenti vi è il rischio che i virus eventualmente presenti vengano trasmessi da una persona all’altra.

Contagio tramite oggetti

Il nuovo coronavirus può persistere su superfici e oggetti. Se una persona infetta starnutisce o tossisce nell’aria, invece che in un fazzoletto di carta o nella piega del gomito, le goccioline con il virus possono depositarsi per esempio su maniglie, smartphone o altri oggetti di uso quotidiano. Attualmente non vi sono studi confermati sulla permanenza e la contagiosità del virus sulle diverse superfici.

Importante: pulite regolarmente e accuratamente gli apparecchi domestici e le superfici che possono essere stati infettati dal virus e con i quali venite spesso a contatto. A tal scopo utilizzate un normale prodotto per la pulizia.

Ulteriori informazioni

Informazioni di contatto e link

Sul nuovo coronavirus: numeri di telefono delle Infoline, link ai siti web della Confederazione, dei Cantoni e ad altri siti utili

Così ci proteggiamo

Regole di igiene e di comportamento: tenersi a distanza, lavarsi le mani, tossire/starnutire in un fazzoletto/nella piega del gomito, in caso di sintomi restare a casa, raccomandazione sulle mascherine e sul telelavoro

Alzarsi in piedi

Stare a lungo seduti si ripercuote negativamente su tutto il corpo. Il progetto «Alzarsi in piedi» offre informazioni su come interrompere la sedentarietà e attuare alcuni suggerimenti nella quotidianità.

Ultima modifica 03.08.2020

Inizio pagina

Contatto

Non rispondiamo per scritto alle richieste di informazioni in relazione alla COVID-19.

Informarsi sulle nostre pagine web, che aggiorniamo regolarmente.

Alla rubrica Contatti e link sono disponibili informazioni di contatto, anche relative ad altri servizi federali e Cantoni.

Tel.
+41 58 463 00 00

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/krankheiten/ausbrueche-epidemien-pandemien/aktuelle-ausbrueche-epidemien/novel-cov/empfehlungen-fuer-den-alltag.html