Nuovo coronavirus: Persone particolarmente a rischio

Il nuovo coronavirus è pericoloso per le persone a partire dai 65 anni e per gli adulti già affetti da determinate altre malattie, che possono ammalarsi gravemente. A cosa devono prestare particolare attenzione? E a cosa devono prestare attenzione i familiari assistenti? 

Se avete più di 65 anni e soffrite già di malattie preesistenti

Dopo essersi ammalate del nuovo coronavirus, molte persone guariscono. Ma per le persone seguenti il virus è particolarmente pericoloso. La malattia può avere un decorso grave soprattutto:

  • per le persone di più di 65 anni e
  • Adulti affetti dalle seguenti malattie preesistenti:
    • cancro
    • diabete
    • ipertensione arteriosa
    • malattie cardiovascolari
    • malattie croniche delle vie respiratorie
    • malattie e terapie che indeboliscono il sistema immunitario
  • Oppure da
    • obesità classe III (morbida o patologica, IMC ≥ 40 kg/m2)

Nell’allegato 6 all’ordinanza 2 COVID-19 trovate un elenco costantemente aggiornato delle malattie che, secondo le più recenti conoscenze scientifiche, rendono le persone che ne sono affette particolarmente a rischio.

Se non siete certi di essere tra le persone particolarmente a rischio, rivolgetevi al vostro medico. 

Ecco come dovete proteggervi

Se avete più di 65 anni o soffrite già di una delle malattie sopra indicate, dovete attenervi ai provvedimenti seguenti:

  • potete uscire di casa se vi attenete scrupolosamente alle regole di igiene e di comportamento. Evitate i luoghi molto frequentati (p. es. stazioni, trasporti pubblici) e gli orari di punta (p. es. la spesa al sabato o il traffico pendolare);
  • evitate i contatti non strettamente necessari e tenetevi a distanza dalle altre persone (almeno due metri);
  • delegate gli acquisti a un amico o a un vicino o ordinate la spesa online o per telefono. Troverete offerte di supporto presso varie organizzazioni, attraverso il vostro Comune o Internet;
  • utilizzate il telefono, Skype o strumenti analoghi per i vostri incontri professionali o privati.

Se dovete recarvi dal medico, andateci in auto, in bicicletta o a piedi. Se non è possibile, prendete un taxi. Tenetevi a una distanza di almeno due metri dalle altre persone e rispettate le regole d’igiene.

Se esercitate un’attività professionale e siete una persona particolarmente a rischio a causa di una malattia preesistente, è compito del datore di lavoro proteggervi. Il 16 aprile 2020 il Consiglio federale ha precisato che cosa bisogna osservare in questi casi. Trovate maggiori informazioni nella rubrica «Raccomandazioni per il mondo del lavoro».

Se manifestate uno o più sintomi di malattia quali tosse (perlopiù secca), mal di gola, affanno, febbre, sensazione di febbre, dolori muscolari o improvvisa perdita dell’olfatto e/o del gusto, chiamate immediatamente il vostro medico o un ospedale, anche durante il fine settimana. Descrivete i vostri sintomi e non dimenticate di dire che siete una persona particolarmente a rischio.

Visite nelle case di cura o per anziani e negli ospedali di nuovo possibili

Gli ospiti delle case di cura o per anziani fanno parte delle persone particolarmente a rischio e vanno pertanto protette per quanto possibile dal contagio. Devono tuttavia essere generalmente possibili le visite, tanto all’interno quanto all’esterno delle strutture. Raccomandiamo quindi alle case di cura o per anziani di adottare le misure necessarie per garantire la rigorosa osservanza delle regole di igiene e di comportamento (p. es. consentire l’ingresso soltanto a visitatori sani, limitare il numero di visitatori, installare pareti divisorie trasparenti).

Di norma sono di nuovo consentite anche le visite negli ospedali, a condizione che:

  • il servizio medico cantonale le abbia autorizzate e
  • la struttura abbia deciso di consentirle.

Per maggiori informazioni su misure particolari, regole di comportamento e orari di visita, rivolgetevi direttamente alle strutture interessate.

Gestione di una malattia preesistente

Le persone con una malattia preesistente hanno un rischio maggiore di un decorso grave se s’infettano con il nuovo coronavirus. Si pongono pertanto le seguenti domande:

  • Devo prendere precauzioni particolari per proteggermi?
  • Che cosa devo fare se mi compaiono sintomi?
  • Devo cambiare la mia terapia?
  • Posso continuare ad andare al lavoro?

Il promemoria «Malattie non trasmissibili e COVID-19 (PDF, 338 kB, 29.05.2020)» fornisce risposte a queste domande. Informa inoltre su numerose offerte di sostegno a disposizione delle persone interessate per aiutarle a gestire meglio la loro malattia nella situazione attuale.

Cosa dovrebbero sapere i familiari assistenti?

Ecco come proteggere voi stessi e la persona che assistete

  • Rispettate le regole di igiene e di comportamento.
  • Se abitate nella stessa economia domestica di una persona assistita: se vi attenete scrupolosamente alle regole di igiene e di comportamento potete uscire di casa. Evitate i luoghi molto frequentati (p. es. stazioni, trasporti pubblici) e gli orari di punta (p. es. la spesa al sabato o il traffico pendolare).
  • Se non abitate nella stessa economia domestica della persona assistita: limitate i vostri contatti al minimo per ridurre le probabilità di trasmissione del nuovo coronavirus.
  • Fate sapere ai vostri conoscenti se avete bisogno di aiuto e accettare l’aiuto che vi viene offerto.
  • Oppure chiedete aiuto a organizzazioni professionali come i servizi Spitex.
  • Parlate con altre persone – con la vostra famiglia, con i vostri amici e conoscenti o anche con i professionisti della salute – della vostra situazione, di ciò che pensate e dei vostri sentimenti.
  • Preparatevi all’eventualità di ammalarvi: organizzate, se possibile insieme alla persona assistita, un vostro sostituto. Stilate insieme a lei un elenco delle cose più importanti per averlo subito pronto se doveste ammalarvi.

Leggete la scheda informativa per sapere a cosa dovete prestare attenzione nel quotidiano e in caso di sintomi della malattia:

Ulteriori informazioni

Prescrizioni per i piani di protezione

Le strutture, le scuole e gli organizzatori di manifestazioni devono attuare prescrizioni severe a protezione della salute. Le raccomandazioni e le regole di igiene e di comportamento restano valide.

Domande frequenti (FAQ) sul nuovo coronavirus

Avete domande su contagio e rischi, viaggi e turismo, sintomi, diagnosi, trattamento dell’infezione e protezione dal contagio? Qui trovate le risposte.

Malattia COVID-19, sintomi e trattamento, origine del nuovo coronavirus

Quali sono i sintomi della malattia COVID-19, qual è il suo possibile decorso? Esiste un trattamento? Di cosa occorre tenere conto se si hanno sintomi? E da dove proviene il nuovo coronavirus? Qui sono disponibili informazioni.

Lingua facile

Tutti hanno tante domande sul corona-virus.
Sicuramente anche voi!
Ci si può ammalare. Ci si può proteggere.
Ci sono regole e divieti.
Qui trovate le informazioni.

Lingua dei segni

Tutti hanno tante domande sul corona-virus.
Sicuramente anche voi!
Ci si può ammalare. Ci si può proteggere.
Ci sono regole e divieti.
Qui trovate le informazioni.

Ultima modifica 19.05.2020

Inizio pagina

Contatto

Data la situazione straordinaria non siamo in grado di rispondere alle richieste di informazioni per scritto.

Informarsi sulle nostre pagine web, che aggiorniamo regolarmente.

Alla rubrica Contatti e link sono disponibili informazioni di contatto, anche relative ad altri servizi federali e Cantoni.

Stampare contatto

Avete sintomi di malattia? Fate qui l'autovalutazione sul coronavirus. Clicca qui.
https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/krankheiten/ausbrueche-epidemien-pandemien/aktuelle-ausbrueche-epidemien/novel-cov/besonders-gefaehrdete-menschen.html