Malattie infettive: focolai epidemici, epidemie e pandemie

Virus e batteri sono presenti ovunque. Le malattie infettive si diffondono anche nell’era della medicina moderna. Quando si parla di focolaio epidemico? Quando di epidemia o pandemia? Vi sono epidemie in corso? Come bisogna comportarsi in caso di pandemia? In questa rubrica sono riportate definizioni, cifre attuali (p. es. sull’influenza) e raccomandazioni dell’UFSP. 

Focolaio epidemico

Nel campo delle malattie infettive si parla di «focolaio epidemico» quando una determinata malattia si diffonde in modo improvviso in una data comunità, regione o stagione. Anche un singolo caso di una malattia mai comparsa prima o che non si manifestava da tempo può costituire un focolaio.

Si parla di focolai soprattutto in relazione a malattie trasmesse da acqua o derrate alimentari contaminate. In Svizzera, per esempio, diversi ceppi di salmonella o norovirus sono regolarmente causa di focolai.  

L’origine del focolaio (in gergo specialistico: fonte di infezione) può essere ricercata grazie alla cosiddetta indagine epidemiologica, che consiste in interviste alle persone colpite o nella tipizzazione biomolecolare dell’agente patogeno. La fonte di infezione dovrà poi essere eliminata o risanata, il che permette in linea di massima di estinguere il focolaio.

Epidemia

Si parla di «epidemia» quando una malattia infettiva colpisce un numero elevato di persone in un’area geografica circoscritta e per un periodo limitato. In Svizzera ci sono epidemie stagionali, come per esempio l’influenza, la borreliosi (malattia di Lyme) e la meningoencefalite da zecche (meningoencefalite primaverile-estiva FSME), o che si verificano in regioni prevalentemente urbane, come per esempio le malattie sessualmente trasmissibili.

L’UFSP analizza questi casi, valuta i rischi e allestisce i relativi rapporti epidemiologici. Questi ultimi servono all’elaborazione di raccomandazioni di vaccinazione, strategie di lotta o programmi di prevenzione.

Pandemia

Per «pandemia» si intende la diffusione in numerosi paesi o continenti di una data malattia infettiva, suscettibile di mettere in pericolo gran parte della popolazione mondiale. Di un certo rilievo sono soprattutto le pandemie influenzali, che sono causate da virus influenzali e possono insorgere in qualsiasi momento. Anche l’Aids è spesso definito come una pandemia.  

La Svizzera si prepara ad affrontare una pandemia influenzale grazie a un piano pandemico. L’UFSP mette a disposizione delle aziende un apposito manuale e fornisce alla popolazione raccomandazioni in materia di igiene.

Che si tratti di un focolaio, un’epidemia o una pandemia, in caso di avvenimenti di portata internazionale la Svizzera collabora con altri Stati e organizzazioni internazionali.

Insorgenze e epidemie attuali

Quali epidemie si stanno diffondendo nel mondo? E quali si stanno propagando in Svizzera?

Epidemie e Pandemie passate

Nella presente rubrica trovate informazioni utili sulle epidemie e pandemie passate.

Studi delle insorgenze e accertamenti epidemiologici

Quando una malattia a dichiarazione obbligatoria ricorre con particolare frequenza in un dato periodo o luogo viene eseguito tempestivamente uno studio delle insorgenze.

Preparazione a una pandemia

Qui si trova una descrizione dei preparativi in caso di pandemia in Svizzera con i loro significati.

Norme igieniche personali

La vita comunitaria, l’aerazione insufficiente, l’aumento della mobilità e dei trasporti di merce favoriscono la trasmissione dei virus e delle infezioni respiratorie. Un rischio che è possibile limitare rispettando alcune norme igieniche.

Raccomandazioni in caso di pandemia

Cosa fare in caso di malattia? Qui troverete informazioni e raccomandazio-ni sulla prevenzione e il trattamento dell'influenza durante una pandemia influenzale.

Ultima modifica 17.01.2019

Inizio pagina