Procedura in caso di disturbi nelle abitazioni

Sospettate che la vostra abitazione sia all’origine di disturbi alla salute? In tal caso dovreste per prima cosa sottoporvi a un esame medico e farvi un’idea delle condizioni di esposizione. 

I problemi di salute possono essere sintomo di una malattia seria. Per questo motivo bisogna sempre consultare dapprima il medico di famiglia. Ciò vale in particolare in caso di forti disturbi e sintomi non legati chiaramente alla permanenza all’interno di un edificio. Il primo passo consiste nel farsi un’idea dei disturbi e delle condizioni di esposizione, rispondendo a interrogativi come: quali disturbi si manifestano? Chi ne è colpito? I disturbi aumentano durante la permanenza nell’edificio e passano all’aria aperta o in caso di soggiorno di vacanza in un altro edificio? Esistono delle malattie che potrebbero essere legate ai disturbi? Esistono relazioni temporali tra i disturbi e determinati eventi o esposizioni? Sono percettibili odori insoliti o fastidiosi nei locali d’abitazione? Questi odori sono particolarmente forti in un locale? Vi sono tracce di problemi dovuti all'umidità, come finestre costantemente appannate in inverno, macchie di muffa, tapezzeria scollata? Vi è muffa visibile? Quali sono le condizioni di ventilazione? La situazione può essere analizzata con l’aiuto di un questionario, come quello messo a disposizione dagli uffici delle costruzioni riuniti nell’associazione eco-bau (per il link vedi sotto).

Parlare con l’amministratore dell’immobile

In molti casi, gli accertamenti descritti forniscono già indicazioni concrete su possibili problemi negli ambienti interni. Esperienze concrete possono essere utili per identificare le possibili cause dei problemi. Se le esposizioni possono essere influenzate attraverso il comportamento degli occupanti, bisogna sempre adottare misure corrispondenti volte a ridurle (vedi rubrica «Abitare sano»). Se vi dovessero essere indizi di problemi edilizi, gli inquilini devono segnalarli al più presto all’amministratore o il proprietario dell’immobile. I danni dovuti all’umidità e alla muffa devono essere notificati immediatamente al locatore per scritto, preferibilmente mediante lettera raccomandata. Se vi è il sospetto che determinati materiali o parti costruttive contaminino l’aria all’interno dei locali, bisogna raccogliere informazioni sui materiali di costruzione e sui prodotti chimici impiegati in vista di ulteriori accertamenti.

Prudenza in caso di misurazioni proprie

In caso di disturbi correlati all’edificio è consigliabile procedere a tappe: innanzitutto bisogna svolgere semplici accertamenti e derivarne le misure necessarie. Solo se queste misure non portano a nessun miglioramento della salute, si passa a verifiche più dettagliate, che comportano un maggior onere e maggiori costi. Misurazioni delle sostanze nocive affrettate ed effettuate da non specialisti sono sconsigliabili: infatti producono spesso risultati poco rappresentativi, che non contribuiscono a risolvere il problema. Se successivamente si dovesse procedere ad accertamenti approfonditi è necessario fare appello a specialisti. Le verifiche non devono per forza essere costose. Spesso le cause probabili dei danni dovuti all’umidità e alla muffa possono essere individuate già mediante semplici misurazioni fisiche. Per queste verifiche l’ideale è rivolgersi a un ufficio di fisica delle costruzioni o d'ingegneria.

Procedura in caso di emissioni derivanti da materiali di costruzione

In caso di emissioni da parte dei materiali di costruzione, misurazioni chimico-analitiche possono aiutare a trovare la fonte di determinate contaminazioni dell’aria all’interno dei locali. Ciò è importante soprattutto in vista di risanamenti e dell'accertamento delle responsabilità e dell’assunzione dei costi. Misurazioni significative presuppongono un sopraluogo preliminare da parte di uno specialista.

Ulteriori informazioni

Problemi di umidità e muffa

Nei locali abitativi, la formazione di muffa è frequente e può danneggiare la salute. Eliminare rapidamente la muffa va bene, ma non basta: devono essere sempre individuate e rimosse le cause del problema di umidità.

Disturbi alla salute negli edifici: indirizzi di contatto

Qui di seguito si trovano delle indicazioni sui centri di accoglienza per malattie correlate agli edifici.

Abitare sano

Abitare in modo sano e confortevole significa garantirsi una qualità di vita migliore. Molto però dipende dagli utenti stessi dell’edificio.

Ultima modifica 17.12.2018

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Divisione prodotti chimici
Servizio Veleni domestici
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
Tel. +41 58 462 96 40
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/gesund-leben/umwelt-und-gesundheit/wohngifte/wohngifte-und-gesundheitliche-beschwerden/vorgehen-bei-beschwerden-in-wohnungen.html