L’igiene abitativa e i prodotti domestici

Detergenti, prodotti per la cura dei materiali, profumi per l’ambiente, candele e bastoncini fumiganti, ma anche colle e vernici possono inquinare l’aria ambiente. Qui si trovano consigli utili per una buona igiene abitativa.

Polvere contaminata

Il fattore determinante per una buona qualità dell’aria nelle abitazioni è il comportamento di chi ci vive e in particolare la rinuncia al fumo. Sebbene si attribuisca spesso una grande importanza all’efficacia dei prodotti per la pulizia, ancora più importante è avere una buona igiene abitativa. Per questa ragione occorre eliminare la polvere regolarmente. La polvere sollevata in casa non solo può irritare le vie respiratorie e seccarle, ma contiene anche allergeni, particolato e sostanze nocive poco volatili sprigionate da prodotti di costruzione, superfici trattate e suppellettili. Dato che queste sostanze nocive si depositano su varie superfici all’interno della casa, queste dovrebbero essere spolverate di tanto in tanto con uno straccio umido.

Eliminare residui alimentari

Per una buona igiene abitativa è inoltre necessario eliminare rapidamente i residui alimentari, che costituiscono un terreno fertile per muffe e batteri e attirano formiche e scarafaggi. Per evitarne la diffusione, le superfici di lavoro utilizzate per la preparazione del cibo vanno pulite rapidamente con acqua ed eventualmente un po' di sapone. Si dovrebbero inoltre gettare immediatamente nella spazzatura i resti di cibo (torsoli di mela ecc.), rimuovere rapidamente dal frigorifero eventuali macchie con un panno umido e lavare al più presto padelle, pentole, stoviglie e posate sporche. Dato che le muffe e i batteri proliferano anche nell’acqua stagna, bisognerebbe asciugare le chiazze e stendere i panni umidi per la pulizia della casa.

La scelta del detergente

Ma allora, quali prodotti per la pulizia si dovrebbero utilizzare? In linea di massima, per le pulizie domestiche sarebbero da preferire i prodotti rispettosi dell'ambiente e della salute. Per i consumatori non è però facile scegliere i prodotti giusti. Determinati marchi possono talvolta facilitare la scelta, ma spesso è necessario farsi consigliare. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, però, l’innocuità o la nocività di un prodotto non dipendono soltanto dalla sostanza attiva in esso contenuta bensì anche da additivi e dal metodo di impiego. Gli effetti nocivi della medesima sostanza attiva per le vie respiratorie possono per esempio variare a seconda che questa sia contenuta in un prodotto utilizzato in forma liquida o nebulizzato mediante una pompetta oppure un gas propellente. Soprattutto le bombolette spray producono innumerevoli piccolissime goccioline che penetrano in profondità nelle vie respiratorie esponendole a forti rischi d'intossicazione. I prodotti liquidi sono invece praticamente innocui e quindi, in generale, da preferire. Per il resto, i nebulizzatori a pompetta sono da preferire alle bombolette spray.

Quando serve il disinfettante?

La pubblicità esalta l’effetto disinfettante di molti prodotti. La questione è se sia veramente necessario che questi prodotti abbiano un’azione disinfettante. Per un’economica domestica media, composta da persone sane, la risposta è no. La situazione è diversa per le persone che soffrono di determinate malattie o il cui sistema immunitario è particolarmente indebolito in seguito ad un trattamento clinico. In questo caso l’abitazione deve poter soddisfare particolari esigenze igieniche ed è quindi assolutamente necessario seguire le istruzioni e i consigli del medico per evitare complicazioni e un conseguente peggioramento dello stato di salute.

Utilizzo moderato di sostanze profumate

I profumi sono sostanze presenti in quasi tutte le economie domestiche. I profumi freschi sono spesso ritenuti gradevoli e, oltre a dare un’impressione di pulizia e igiene, possono per esempio avere un effetto rilassante. Ciò che vale per alcune persone, non deve però necessariamente valere per altre. Gli individui reagiscono in modo assai differente agli odori e possono anche considerare sgradevoli o addirittura pericolosi determinati profumi. Ogni profumo può inoltre essere visto quale contaminazione dell’aria con sostanze chimiche. Quando si utilizzano lampade per aromi, candele profumate o bastoncini d’incenso, il processo di combustione sprigiona, oltre alle sostanze profumate, numerosi prodotti di combustione quali diossido di carbonio, monossido di carbonio e polveri sottili. Per questa ragione i profumi per l’ambiente vanno impiegati soltanto in modo mirato e per un breve periodo, avendo riguardo per gli altri membri dell’economia domestica. Particolare cautela è richiesta nell’uso di bastoncini d'incenso, che possono produrre grandi quantità di polveri sottili. Se lo scopo dei profumi è quello di coprire odori molesti, sarebbe meglio arieggiare più spesso i locali e, per ragioni d’igiene, cercare una soluzione per eliminare le cause di questi odori.

Utilizzo di prodotti chimici nei lavori fai da te

Anche gli hobby e il fai da te possono provocare un inquinamento dell’aria (soprattutto con polvere e sostanze chimiche). È pertanto molto importante arieggiare bene i locali. I lavori che causano una forte contaminazione dell’aria, per esempio quelli di laccatura o incollaggio, dovrebbero essere eseguiti in appositi locali, in scantinati, in garage (con la porta aperta) o all’esterno.

Osservare assolutamente le istruzioni del prodotto

Molti prodotti chimici sono accompagnati da informazioni sui pericoli e la sicurezza d’impiego. Si tratta soprattutto di prodotti che inquinano l'ambiente o comportano rischi per la salute. Tra questi si trovano anche normali prodotti per la casa come pastiglie di detersivo per lavastoviglie, candeggianti e prodotti per la pulizia, della cui pericolosità i consumatori spesso non si rendono conto. Nel caso degli spray impermeabilizzanti, per esempio, i fabbricanti segnalano che il trattamento degli oggetti (abiti, scarpe, tende ecc.) dovrebbe essere eseguito all’aperto e non in locali chiusi. Queste indicazioni sono appositamente rivolte ai consumatori per evitare che il prodotto metta in pericolo la loro salute. È pertanto assolutamente necessario attenervisi. Ovviamente è altrettanto importante che il prodotto sia utilizzato secondo le raccomandazioni del produttore. Il consumatore deve essere consapevole del fatto che i prodotti o non sono stati testati per altri usi oltre a quelli raccomandati oppure sono risultati inadeguati. Chi utilizza un prodotto per uno scopo diverso da quello previsto, rischia pertanto di rovinare i materiali o gli oggetti trattati e di mettere eventualmente in pericolo la propria salute e quella di altre persone.

Documenti

lod-d

Opuscolo Aria o profumo?

Profumi posso anche disturbare. È per questo motivo che occorre utilizzare i prodotti profumati e aromatizzati per ambienti interni solo in modo mirato, limitato nel tempo e rispettoso nei confronti di terzi. In presenza di persone sensibili e/o allergiche sarebbe raccomandabile rinunciare all‘impiego di sostanze odorose.

Prodotti chimici ad uso domestico

Opuscolo Prodotti chimici ad uso domestico

Consigli per evitare incidenti e per agire correttamente in caso di urgenza

Ulteriori informazioni

Acari della polvere domestica: è necessario proteggersi?

Gli acari della polvere domestica fanno parte dell'ambiente abitativo. Le persone sane non ne subiscono le conseguenze, mentre gli allergici dovrebbero proteggersi dagli acari mediante misure dimostratesi efficaci raccomandate dal medico.

Arieggiare e riscaldare correttamente

Una temperatura adeguata e una ventilazione sufficiente sono condizioni per un clima interno gradevole e una buona qualità dell’aria ambiente. Cucine a gas, stufe a legna o caminetti devono scaricare direttamente all’esterno.

I disinfettanti nell'igiene domestica

In casa non è necessario utilizzare disinfettanti; basta l’uso di detergenti a base di sapone. È sconsigliato aggiungere disinfettanti nei prodotti domestici dato che possono provocare danni alla salute e all'ambiente.

Fai da te, lavori manuali e ristrutturazioni

Chi ristruttura casa da solo deve disporre di capacità e conoscenze tecniche adeguate e saper riconoscere i materiali che contengono sostanze pericolose, come l’amianto. Per il fai da te servono locali ben arieggiati.

Fumo di tabacco

Il fumo di tabacco è il veleno domestico più diffuso e allo stesso tempo più nocivo. Contamina l’aria ambiente con grandi quantità di sostanze nocive e polveri fini dannose per la salute. Non è sufficiente cambiare spesso l’aria.

Olii essenziali

I deodoranti per ambienti, le candele profumate, le lampade per aromi e i bastoncini fumiganti diffondono nell’aria sostanze chimiche e, in parte, prodotti di combustione pericolosi. Andrebbero utilizzati soltanto in maniera mirata.

Olio per lampade

Le lampade a olio piacciono, ma diventano pericolose se i bambini piccoli ne ingeriscono il contenuto. In tal caso l'olio delle lampade può raggiungere i polmoni e causare gravi infiammazioni. Pertanto bisogna stare attenti se in casa ci sono bambini piccoli.

Spray impermeabilizzanti

Gli spray aerosol sono spray a gas compresso che vaporizzano finemente il contenuto del flacone (p. es. deodoranti). In caso di uso scorretto, le sostanze contenute possono penetrare in profondità nei polmoni e provocare nausea e altri sintomi di avvelenamento.

Ultima modifica 17.12.2018

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Divisione prodotti chimici
Servizio Veleni domestici
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
Tel. +41 58 462 96 40
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/gesund-leben/umwelt-und-gesundheit/wohngifte/gesundes-wohnen/wohnhygiene-und-haushaltprodukte.html