Impiego nell’industria, nell’artigianato e nel commercio

Su incarico della Suva, nel 2007 è stata condotta un’inchiesta sull’impiego dei nanomateriali di sintesi nell’industria, nell’artigianato e nel commercio. 

Secondo un’inchiesta commissionata dalla Suva e condotta presso le aziende dallo «Institut de Santé au Travail», nel 2007 l’impiego di nanomateriali in Svizzera era ancora modesto.

Si stima che in quell’anno circa 600 aziende facessero uso di nanomateriali nel nostro Paese. Lo studio ha esaminato:

  • come, dove e in che quantità erano impiegati nanomateriali di sintesi nell’industria svizzera;
  • quanti lavoratori entravano potenzialmente in contatto con i nanomateriali;
  • quali misure di sicurezza erano adottate per proteggere i lavoratori e l’ambiente.
Distribuzione settoriale dell’impiego dei nanomateriali

I nanomateriali impiegati in quantitativi superiori a 1 tonnellata all'anno sono stati: fuliggine (carbon black), biossido di titanio, ossido di ferro, polimeri, biossido di silicio, ossido di zinco e argento.

Ultima modifica 09.08.2018

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Divisione prodotti chimici
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
Tel. +41 58 462 96 40
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/gesund-leben/umwelt-und-gesundheit/chemikalien/nanotechnologie/nano-im-alltag/nano-in-industrie-gewerbe-und-handel.html