Farmaci psicoattivi

I medicamenti psicoattivi alleviano malattie e disturbi. Se utilizzati erroneamente possono tuttavia provocare effetti collaterali indeside-rati e pericolosi, oltre che creare dipendenza. L’UFSP sorveglia per-tanto l’andamento del consumo di questi farmaci. 

I medicamenti psicoattivi influenzano i processi cognitivi e le percezioni individuali e possono esercitare un’azione sia calmante che stimolante. Negli ultimi anni l’assunzione di forti antidolorifici e di sonniferi e tranquillanti è aumentata continuamente.

Nella categoria dei medicamenti psicoattivi con un potenziale di dipendenza rientrano tra gli altri:

  • gli antidolorifici oppioidi,
  • i sonniferi e i tranquillanti (benzodiazepine, barbiturici, medicamenti Z),
  • gli antitussivi oppioidi (in particolare codeina e destrometorfano),
  • gli stimolanti (ad es. ritalina) e
  • i narcotici e i gas (ad es. chetamina e Gamma-idrossibutirrato GHB).

Anche altri medicamenti e sostanze come anabolizzanti, antidepressivi o inibitori dell’appetito possono essere utilizzati in modo improprio. Il rischio di sviluppare una dipendenza varia tuttavia a seconda di fattori individuali come la costituzione, l’ambiente, la predisposizione genetica e la modalità di consumo.

Ultima modifica 23.08.2019

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Divisione Prevenzione delle malattie non trasmissibili
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
Tel. +41 58 463 88 24
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/gesund-leben/sucht-und-gesundheit/medikamentenmissbrauch.html