Il consumo di alcol in età avanzata

Gli anziani reagiscono più intensamente all’alcol e dovrebbero consumarlo con prudenza. Inoltre in età avanzata compaiono più spesso malattie influenzate negativamente da questa sostanza. Sono possibili anche interazioni indesiderate con i medicamenti. 

L’alcol come fattore di rischio

L’età media delle persone in Svizzera aumenta sempre di più. Di pari passo si moltiplicano anche le malattie che ricorrono maggiormente in età avanzata come il cancro, il diabete, l’ipertensione o la depressione. Alcuni studi mostrano che un consumo elevato di alcol rappresenta un fattore di rischio per queste malattie. Con l’età il contenuto d’acqua dell’organismo diminuisce, per cui l’alcol agisce con maggiore intensità. Inoltre, vi è il grande pericolo che l’alcol modifichi l’effetto dei medicamenti o produca interazioni pericolose. Altre conseguenze negative per la salute dovute a un consumo eccessivo di alcol possono essere complicanze neuropsichiatriche, stati confusionali, cadute o carenze alimentari. Non da ultimo, un tale consumo porta a un degrado delle relazioni interpersonali; le persone si isolano e si ritirano sempre di più dalla vita sociale.

Dai risultati del Monitoraggio svizzero delle dipendenze (2015) emerge che circa il 7,3 per cento degli uomini e delle donne di età compresa tra i 65 e i 74 anni denota un consumo problematico di alcol a livello cronico, pari a un consumo medio giornaliero superiore a 40 grammi di alcol puro per gli uomini e 20 per le donne. Ciò corrisponde a circa quattro, rispettivamente due bicchieri di vino.

Prevenzione delle malattie non trasmissibili

Già il Programma nazionale alcol prevedeva di concentrarsi, entro il 2016, sulla sensibilizzazione delle persone colpite, dei familiari e dei fornitori di assistenza abituali. Uno strumento importante in questo senso è il sito web www.alterundsucht.ch, che si rivolge ai gruppi destinatari summenzionati e oltre all’alcol tratterà in futuro altri temi legati alle dipendenze. Infine vi sono progetti concreti di riconoscimento e intervento precoci rivolti alle organizzazioni Spitex o alle case di cura. Si tratta di rendere accessibili agli ambienti interessati conoscenze su questioni di dipendenza in età avanzata e progetti cantonali e comunali che hanno avuto successo.

Questi sforzi proseguono ora nelle strategie nazionali Dipendenze e Prevenzione delle malattie non trasmissibili. Inoltre dovranno essere rafforzate le misure di promozione della salute e di prevenzione, che solitamente non sono legate alle dipendenze ma promuovono in generale l’alfabetizzazione sanitaria delle persone anziane e le sostengono nell’ambito del riconoscimento e dell’intervento precoci nelle fasi di vita critiche.

Ulteriori informazioni

Alcol

In Svizzera la maggioranza della popolazione consuma alcol in modo non problematico. Tuttavia una persona su cinque eccede, occasionalmente o regolarmente. Gli effetti si ripercuotono sulla salute e sull’ambiente sociale.

Strategia Dipendenze

La politica delle dipendenze è un campo dinamico costantemente confrontato a nuove sfide come le mutate modalità di consumo e di comportamento.

Ultima modifica 12.04.2019

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Divisione Prevenzione delle malattie non trasmissibili
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
Tel. +41 58 463 88 24
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/gesund-leben/sucht-und-gesundheit/alkohol/alkohol-im-alter.html