Analisi di costi e benefici della collaborazione interprofessionale nel settore sanitario

In termini di rapporto costi-benefici, qual è la differenza tra i team a maggiore tasso di collaborazione interprofessionale e quelli che operano in modo più «convenzionale»? Se ne può desumere quali costi o risparmi risultano sul piano economico da una CIP più intensa? Lo studio fornisce risposte a questi quesiti.

Benché anche in Svizzera la collaborazione interprofessionale (CIP) costituisca da tempo una componente sempre più importante della politica sanitaria e della formazione, raramente la letteratura scientifica l’ha esaminata sotto il profilo del rapporto costi-benefici. Il presente studio analizza gli effetti, i costi e i benefici della CIP nel setting stazionario della medicina interna e della psichiatria utilizzando una scala per la CIP multidimensionale consolidata e validata per il contesto svizzero.

I risultati forniscono indicazioni significative sebbene, com’era da aspettarsi, siano viziati da un’incertezza statistica piuttosto rilevante. Sono utili perché, sul piano dell’economia aziendale, forniscono indicazioni in merito ai risparmi che le istituzioni possono realizzare e, sul piano dell’economia nazionale o della spesa sanitaria, individuano vantaggi per la qualità dell’assistenza e l’evoluzione dei costi.

Pur nei limiti che presenta lo studio, dall’interpretazione degli esiti dell’analisi di costi e benefici emerge che, a seconda del settore, la CIP migliora la qualità dell’assistenza a diversi livelli e, al contempo, può trovare ampio impiego senza causare un aggravio di spesa.

Quesito di ricerca, scopo e metodologia

L’analisi di costi e benefici indica quali costi genera, sul piano dell’economia aziendale e nazionale, la CPI nei setting esaminati e quali benefici comporta.

Lo studio adotta un approccio multimetodologico. Per la modellizzazione di costi e benefici della CPI sono state raccolte informazioni tratte dalla letteratura, da interviste e sondaggi e da dati statistici secondari. Nel complesso allo studio hanno preso parte 27 cliniche svizzere.

Durata del progetto: da maggio 2018 a giugno 2020

Team del progetto: Dr. Mario Morger (direzione), Dr. Roman Liesch, Kilian Künzi, Dr. Dominic Höglinger, Büro für arbeits- und sozialpolitische Studien BASS AG, Berna, in collaborazione con PD Dr. med. Peter Berchtold, Dr. Christof Schmitz, College für Management im Gesundheitswesen, Berna

Ulteriori informazioni

Professioni sanitarie

Di quali competenze necessitano i professionisti della salute per la cura di un numero crescente di anziani? Cosa li motiva e cosa li fa star male?

Pubblicazioni nell'ambito dell'interprofessionalità nel settore sanitario

Di seguito trovate tutte le pubblicazioni della parte «Modelli di buona prassi» del programma di promozione «Interprofessionalità nel settore sanitario».

Ultima modifica 29.09.2020

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Divisione professioni sanitarie
Sezione Sviluppo professioni sanitarie
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/das-bag/publikationen/forschungsberichte/forschungsberichte-interprofessionalitaet-im-gesundheitswesen/forschungsberichte-interprofessionalitaet-M9-kosten-nutzen-analyse.html