Nuovo rapporto dell’OCSE sulla sicurezza dei pazienti

Berna, 17.9.2020 - Non esiste un modello di governance ideale per garantire la sicurezza dei pazienti. Il rapporto dell’OCSE dedicato a questa tematica, commissionato dall’UFSP, fa un inventario di buone pratiche per migliorare la sicurezza dei pazienti. La Confederazione ha già adottato misure.

Qualität KUV_de

Il rapporto dell’OCSE «System Governance Towards Improved Patient Safety» confronta i modelli volti a garantire la sicurezza dei pazienti adottati nei sistemi sanitari degli Stati membri dell’OCSE, identificando le misure che consentono di dare maggior peso alla sicurezza dei pazienti nel sistema sanitario. Il rapporto, finanziato dall’UFSP, è stato elaborato per il quinto vertice ministeriale mondiale sulla sicurezza dei pazienti, che avrebbe dovuto tenersi il 27-28 febbraio 2020 a Montreux, ma è stato rimandato a causa della pandemia di Covid-19.

Rilevando che non esiste un modello ideale per rafforzare la sicurezza dei pazienti, il rapporto OCSE giunge alla conclusione che gli standard di sicurezza più efficaci sono quelli che coinvolgono tutti i settori della sanità. Oggi strumenti volti a garantire la qualità, come standard di sicurezza, sistemi di rendicontazione o la formazione continua del personale, sono spesso attuati solo all’interno degli ospedali. Dovrebbero però essere estesi alle cure ambulatoriali e alla lungodegenza. Le misure dovrebbero inoltre essere guidate da considerazioni su come tener conto al meglio dei bisogni dei pazienti.

Nei Paesi ad alto reddito, Svizzera compresa, quasi il 10 per cento dei pazienti ricoverati in ospedale subisce eventi medici avversi, tra cui figurano complicazioni chirurgiche, terapie farmacologiche errate o infezioni. Si presume che la metà di questi eventi potrebbe essere evitata.

Nuova commissione e revisione della legge

In passato la Confederazione ha già adottato misure importanti per uniformare la gestione. Un ulteriore contributo dovrebbe giungere dalla modifica della legge federale sull’assicurazione malattie (LAMal) sul rafforzamento della qualità e dell’economicità. Nel 2021 entrerà in funzione la neocostituita Commissione federale per la qualità, che presterà consulenza al Consiglio federale e sosterrà gli attori nello sviluppo della qualità. Inoltre in futuro le federazioni dei fornitori di prestazioni e degli assicuratori concluderanno convenzioni sulla qualità. Gli obiettivi concernenti lo sviluppo della qualità saranno stabiliti dal Consiglio federale ogni quattro anni.

Per maggiori informazioni

Qualità delle cure in Svizzera

Nonostante il livello dell’assistenza sanitaria in Svizzera sia buono, occorre migliorarne la qualità

Ultima modifica 17.09.2020

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Divisione campagne e comunicazione
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
Tel. +41 58 462 95 05
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/das-bag/aktuell/news/news-17-09-2020.html