Apertura della prima cartella informatizzata del paziente della Svizzera tedesca a Basilea Città

Berna, 15.8.2018 - A metà agosto presso l’Ospedale universitario di Basilea sono state aperte le prime cartelle informatizzate del paziente (CIP). Dal 2020 tutti gli ospedali svizzeri saranno tenuti a offrirne una.

immagine simbolo

La cartella informatizzata del paziente è un fascicolo virtuale contenente dati rilevanti ai fini della cura di un paziente registrati in modo decentralizzato e che possono essere messi a disposizione dei professionisti della salute coinvolti nelle cure mediante procedura di richiamo (p. es. dati di analisi di laboratorio o ricette mediche, referti radiologici). Il paziente ha la possibilità di registrare personalmente i propri dati (p. es. informazioni su allergie o dati di persone da contattare in caso di emergenza) nella cartella informatizzata e renderli in tal modo accessibili ai professionisti della salute che lo hanno in cura. Nella cartella informatizzata il paziente può anche registrare la propria intenzione di donare o non donare organi, tessuti o cellule in caso di decesso.

A metà agosto presso l’Ospedale universitario di Basilea sono state aperte le prime cartelle informatizzate del paziente (CIP). Dal 2020 tutti gli ospedali svizzeri saranno tenuti a offrirne una.

Links

Ulteriori informazioni

Legge federale sulla cartella informatizzata del paziente

Il 19 giugno 2015, il Parlamento ha adottato la legge federale sulla cartella informatizzata del paziente (LCIP). L'entrata in vigore è prevista per il 2017.

Ultima modifica 01.11.2018

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Divisione campagne e comunicazione
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
Tel. +41 58 462 95 05
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/das-bag/aktuell/news/news-16-08-2018.html