Apertura della prima cartella informatizzata del paziente della Svizzera tedesca a Basilea Città

Berna, 15.8.2018 - A metà agosto presso l’Ospedale universitario di Basilea sono state aperte le prime cartelle informatizzate del paziente (CIP). Dal 2020 tutti gli ospedali svizzeri saranno tenuti a offrirne una.

immagine simbolo

La cartella informatizzata del paziente è un fascicolo virtuale contenente dati rilevanti ai fini della cura di un paziente registrati in modo decentralizzato e che possono essere messi a disposizione dei professionisti della salute coinvolti nelle cure mediante procedura di richiamo (p. es. dati di analisi di laboratorio o ricette mediche, referti radiologici). Il paziente ha la possibilità di registrare personalmente i propri dati (p. es. informazioni su allergie o dati di persone da contattare in caso di emergenza) nella cartella informatizzata e renderli in tal modo accessibili ai professionisti della salute che lo hanno in cura. Nella cartella informatizzata il paziente può anche registrare la propria intenzione di donare o non donare organi, tessuti o cellule in caso di decesso.

A metà agosto presso l’Ospedale universitario di Basilea sono state aperte le prime cartelle informatizzate del paziente (CIP). Dal 2020 tutti gli ospedali svizzeri saranno tenuti a offrirne una.

Ulteriori informazioni

Nessun risultato

Ultima modifica 01.11.2018

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Divisione campagne e comunicazione
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
Tel. +41 58 462 95 05
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/das-bag/aktuell/news/news-16-08-2018.html