La lotta contro le contraffazioni sarà rafforzata dal 2019

Berna, 14.11.2018 - Il commercio dei medicamenti contraffatti e illegali sta aumentando a livello mondiale. L’entrata in vigore dal 2019 delle modifiche legislative permetterà di lottare meglio contro questo fenomeno. Gli adattamenti consentiranno in particolare di attuare la Convenzione internazionale Medicrime.

Symbolbild

Perché la Svizzera si è impegnata nella Convenzione Medicrime?
Il commercio di agenti terapeutici contraffatti e illegali sta aumentando a livello mondiale. In un rapporto pubblicato nel 2006, l’OMS ha affermato che nella maggioranza dei Paesi industrializzati che dispongono di sistemi efficaci di sorveglianza del mercato, la percentuale dei medicamenti contraffatti era inferiore all’1 per cento del mercato globale. Per contro, in alcuni Paesi dell’America Latina, del Sud-Est asiatico e dell’Africa, questa percentuale si situa, secondo i dati dell’OMS e dell’OSCE, al di sopra del 30 per cento.

La Svizzera si è fortemente impegnata per l’elaborazione della Convenzione Medicrime (Convenzione del Consiglio d’Europa sulla contraffazione di prodotti medicali e reati simili che implicano una minaccia alla salute pubblica) poiché si tratta della prima convenzione internazionale destinata alla lotta coordinata contro la contraffazione degli agenti terapeutici (medicamenti e dispositivi medici).

La ratifica della Convenzione permetterà alla Svizzera di migliorare lo scambio d’informazioni e le modalità d’indagine penale, come pure di chiarire la situazione giuridica degli intermediari nel commercio di agenti terapeutici.

In che misura la Svizzera è toccata dall’importazione illegale di medicamenti?
È difficile fornire cifre precise, ma secondo alcune stime ogni anno circa 20 000 spedizioni di medicamenti giungerebbero illegalmente in Svizzera. Questo numero rappresenta una piccola percentuale del volume totale di medicamenti importati. Tuttavia è importante che la Svizzera disponga di mezzi moderni ed efficaci per lottare contro questo commercio illegale.

Cosa cambierà concretamente per i pazienti con l’entrata in vigore di queste nuove disposizioni legislative?
L’obiettivo principale è rafforzare la qualità e la sicurezza dei medicamenti, in particolare migliorandone il controllo e la tracciabilità nella catena di distribuzione. Tutti i pazienti sono dunque direttamente interessati.

Più concretamente, i pazienti che soffrono, per esempio, di alcune malattie gravi potranno accedere più facilmente a medicamenti sperimentali, ossia che sono in fase di studio ma non sono ancora omologati per l’immissione in commercio. Inoltre sarà più facile per i professionisti della salute importare vaccini in caso di penuria.

L’utilizzazione di agenti terapeutici contraffatti può avere gravi ripercussioni sulla salute, generando in tal modo costi importanti per la collettività. Il miglioramento della lotta contro le contraffazioni degli agenti terapeutici avrà un impatto positivo sia sulla sanità pubblica sia sull’economia in generale.

Ulteriori informazioni

Agenti terapeutici contraffatti e Convenzione Medicrime

Il commercio di agenti terapeutici contraffatti sta espandendosi a livello mondiale, diventando un pericolo per la salute. La lotta contro questo fenomeno necessita di un’azione coordinata sul piano internazionale.

Ultima modifica 16.11.2018

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Divisione campagne e comunicazione
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera
Tel. +41 58 462 95 05
E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/das-bag/aktuell/news/news-14-11-2018.html