L’UFSP sporge denuncia contro CryoSave

Berna, 13.9.2019 - L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) questa settimana ha presentato una denuncia nei confronti di Cryo-Save AG di Plan-les-Ouates (Ginevra) e i rispettivi responsabili presso la procura competente di Ginevra. Secondo alcuni indizi, l’azienda  possa aver violato la legge sui trapianti (inadempimento degli obblighi di notifica e di cooperazione).  

Blutzelle_de

L’azienda Cryo-Save AG gestiva a Plan-les-Ouates (Canton Ginevra) una banca del sangue del cordone ombelicale privata. Dal 2016 disponeva a tal fine della necessaria autorizzazione rilasciata dall’UFSP per l’importazione/esportazione e la conservazione di cellule staminali ricavate dal sangue del cordone ombelicale. Già alla fine di agosto l’UFSP ha radiato Cryo-Save AG dall’elenco dei titolari di autorizzazione, dopo che la filiale di Plan-les-Ouates è stata cancellata dal registro di commercio del Canton Ginevra, l’azienda aveva trasferito in Polonia le cellule staminali conservate (secondo sue stesse indicazioni) e i referenti non risultavano più raggiungibili dalle autorità preposte.

Le indagini sono state condotte in stretta collaborazione con Swissmedic. L’Istituto svizzero per gli agenti terapeutici ha revocato a Cryo-Save AG l’autorizzazione all’impiego di tessuti del cordone ombelicale e, alla fine di agosto, ha avviato un procedimento penale sotto la propria competenza per presunte violazioni della legge sugli agenti terapeutici e della legge sui trapianti. A tale riguardo Swissmedic in coordinamento con l’UFSP – con il sostegno delle autorità giudiziarie cantonali e di fedpol – ha effettuato in data 10 e 11 settembre 2019 varie perquisizioni domiciliari in Svizzera.

Informazioni generali

L’azienda Cryo Save AG ha sede a Pfäffikon (Canton Svitto). Dall 2014 gestiva presso la filiale di Plan-les-Ouates (Ginevra) una banca del sangue del cordone ombelicale privata.

L’UFSP e Swissmedic nella primavera 2019 hanno ricevuto una notifica da Cryo-Save AG in cui l’azienda annunciava il trasferimento all’estero (Varsavia, Polonia) delle cellule del sangue e dei tessuti conservati a Plan-les-Ouates e una relativa informativa ai clienti. L’UFSP e Swissmedic hanno fornito le relative modalità di contatto a tutte le persone che hanno depositato sangue o tessuti del cordone ombelicale presso Cryo-Save AG e desideravano essere informate.

In Svizzera l’impiego di cellule staminali provenienti da sangue e tessuti del cordone ombelicale è regolamentato dalla legge sui trapianti e dalla legge sugli agenti terapeutici. Per le banche del sangue del cordone ombelicale vigono specifici obblighi di notifica e di autorizzazione, nonché requisiti relativi alla qualità della conservazione e alla sicurezza delle cellule staminali conservate. La sorveglianza spetta all’UFSP e a Swissmedic. La conservazione di sangue del cordone ombelicale presso una banca del cordone ombelicale avviene invece sulla base del diritto privato.

Sulla homepage dell’UFSP sono riportate ulteriori informazioni giuridiche e specialistiche sul tema della conservazione e dell’importazione/esportazione di cellule staminali, nonché il link alla raccomandazione del Consiglio d’Europa per i genitori (Parent’s guide to umbilical cord blood banking – A guide for parents).

Per maggiori informazioni

Cellule staminali del sangue dal cordone ombelicale

Dopo il parto, le cellule staminali del sangue possono essere ottenute dal cordone ombelicale senza rischi per la madre e il bambino. Ci sono diversi modi per conservarle in apposite banche.

Ultima modifica 07.10.2019

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Divisione campagne e comunicazione
Schwarzenburgstrasse 157
3003 Berna
Svizzera

Tel.
+41 58 462 95 05

E-mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/das-bag/aktuell/news/news-13-09-20191.html