Casi di morbillo in diversi Cantoni - invito a controllare il proprio stato vaccinale

Berna, 09.02.2017 - Da novembre 2016 si sono verificati una trentina di nuovi casi di morbillo in diversi Cantoni, che hanno colpito sia bambini sia adulti. Vista la situazione, l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ricorda l’importanza della vaccinazione con due dosi contro il morbillo, malattia che può provocare gravi complicazioni. La popolazione è invitata a far controllare il proprio stato vaccinale e a completarlo se necessario.

Da novembre 2016 sono stati segnalati in tutto 37 casi di morbillo nei Cantoni Ticino, dei Grigioni, di Friburgo, Soletta, San Gallo e Zurigo. Alcuni di essi si sono verificati in periodo di vacanza, quando la popolazione è più mobile, il che aumenta il rischio di trasmissione.

Per evitare una propagazione su scala più vasta, la popolazione deve controllare il proprio stato vaccinale e farlo completare se necessario (due dosi per una protezione completa). Inoltre se si contrae la malattia (febbre e macchie rosse) è indispensabile consultare immediatamente per telefono il proprio medico di famiglia. Dopo un contatto con una persona affetta da morbillo è ancora possibile farsi vaccinare entro le 72 ore successive.
 
Inoltre il morbillo è una malattia soggetta a dichiarazione obbligatoria. L’UFSP ricorda ai medici che devono dichiarare sistematicamente i nuovi casi entro 24 ore.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP, Sezione comunicazione, tel. 058 462 95 05 oppure media@bag.admin.ch


Pubblicato da

Ufficio federale della sanità pubblica
http://www.bag.admin.ch

Contatto

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Divisione campagne e comunicazione
Tel.
+41 58 462 95 05

E-Mail

Stampare contatto

https://www.bag.admin.ch/content/bag/it/home/aktuell/medienmitteilungen.msg-id-65571.html